Cesena ko anche a Carpi, sempre più ultimo in classifica

294
carpi-cesena-jelenic

Il Cesena affonda anche a Carpi (2-1 il risultato): la doppietta di Jelenic nel primo tempo relega i bianconeri all’ultimo posto solitario in classifica

Quinta sconfitta consecutiva per il Cesena in trasferta, questa volta ad opera del Carpi. Nessuna altra squadra del campionato di serie B ha fatto altrettanto male, dato che Bari e Spezia almeno un punto fuori casa lo hanno ottenuto. Inevitabile l’ultimo posto in classifica, nonostante i 7 punti raccolti in casa che, in 4 partite, sono bottino sufficiente, ma non certo eccezionale.

E dire che alla vigilia si respirava un clima di cauto ottimismo dopo la vittoria di sabato scorso contro lo Spezia, arrivata anche (o forse sopratutto) grazie al ritorno in panchina di Fabrizio Castori. Invece al Cabassi la partita è gia compromessa dopo appena 13 minuti: al 3′ Verna salta Kupisz e Fazzi e mette al centro per Nzola che eludendo Rigione appoggia per Jelenic, il quale tutto solo non può sbagliare e batte Agliardi; passano 10 minuti e Mbakogu recupera un pallone sulla sinistra, ancora su Fazzi, poi vince un rimpallo con Rigione e mette al centro per Nzola, il cui tiro rimpallato carambola su Jelenic, che insacca nuovamente. Il Cesena prova a reagire, ma non combina abbastanza per riuscire a riaprire la partita: nel primo tempo da segnalare soltanto un tiro alto di Dalmonte ed un incrocio dei pali colpito da Jallow. Nella ripresa il Cesena è invece un po’ più vivo e va vicino al gol con Dalmonte nei primi minuti e poi con il neoentrato Moncini, che da buona posizione colpisce a lato di testa. Purtroppo la partita si riapre troppo tardi, solo al secondo minuto di recupero, quando il cross di Vita viene intercettato da Brosco in anticipo su Moncini appostato a centro area, che deposita nella propria porta. Ma ormai il danno è fatto, non c’è più nulla da fare e questa sconfitta per il Cesena significa anche ultimo posto in solitaria.

Del tutto inconcepibile il blackout iniziale dei bianconeri, fase nella quale si è vista una difesa costantemente in affanno e saltata a più riprese dai padroni di casa, bravi a concretizzare le poche situazione create (al proposito va segnalato che il Carpi non segnava da 4 partite). Passata la bufera, la retroguardia non è però parsa sicura nemmeno successivamente, quando il Cesena ha preso coraggio e timidamente ha cercato di riaprire l’incontro: male Rigione e Fazzi, i protagonisti in negativo di entrambi i gol emiliani. Prova più convincente invece per il centrocampo e l’attacco. La squadra infatti ha cercato di reagire, soprattutto nel secondo tempo, evidenziando una novità rispetto alle partite precedenti (solo a Terni si era intravista la voglia di rimontare, durata però solo una frazione di gioco), non una grande soddisfazione, ma comunque un miglioramento nell’atteggiamento messo in campo.

Ora siamo ultimi in classifica e sabato prossimo, tornando al Dino Manuzzi, si dovrá assolutamente vincere contro il Foggia per migliorare una situazione preoccupante, ma non ancora disperata…


Articolo in collaborazione con www.cesenamio.it
Testo di Matteo Magnani – Immagine tratta dal sito www.carpicalcionews.it

Previous articleRuggito azzurro: Insigne suona l’ottava
Next articleParma – La lunga notte dell’attacco crociato
Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Tifo Blog. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio (www.cesenamio.it) e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all'amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.