Con Cocco e Agliardi il Cesena strappa un buon punto a Salerno

272

Il Cesena strappa un buon punto sul difficile campo della Salernitana (1-1): prima Cocco pareggia il gol di Minala, poi Agliardi blinda il risultato

Per la terza volta consecutiva in questo 2017 il Cesena segna in trasferta e porta a casa punti. Era infatti già successo a Perugia (3-3), Carpi (1-2) ed il pareggio 1-1 ottenuto oggi sul campo della Salernitana allunga questa serie, che si allaccia con i due pareggi casalinghi contro Ascoli (2-2) e Bari (1-1), portando così a 5 cinque i risultati utili consecutivi.

Una partita, quella dell’Arechi di Salerno, giocata dai bianconeri di Andrea Camplone con autorità e determinazione, come si conviene ad una squadra ora conscia dei propri mezzi. E non è certo cosa da poco, visto che nel 2016 ogni trasferta era vissuta come l’anticamera di una condanna che solo in rare occasioni non veniva poi pronunciata. Ora invece si scende in campo per provare a vincere, consapevoli che può anche andare male, ma senza lasciare nulla di intentato. Insomma un cambio di mentalità epocale che porta incontrovertibilmente la firma di Camplone, abile a lavorare sia sul fisico che sulla testa dei suoi ragazzi; c’è poi la questione del modulo, il 3-5-2 che ha segnato la rinascita del Cesena nel girone di ritorno, ma probabilmente non è questa la novità che ha sparigliato le carte sul tavolo.

Contro la Salernitana il Cesena ha letteralmente dominato il primo tempo, nonostante il gol incassato per l’ennesima disattenzione difensiva, dimostrando di avere carattere e tanta voglia di lottare, oltre a buona condizione fisica. Tante occasioni ed un Cocco che ha calamitato i palloni più importanti: prima mette alle spalle di Gomis il pallone del 1-1 su traversone di Balzano, poi impegna il purtnir in una difficile deviazione in angolo ed infine centra la traversa a “panterone” battuto. Insomma, l’esatto contrario del primo Djuric che toccava tanti palloni, si sbatteva e correva come un matto, ma che quasi mai era pericoloso: il sardo tocca meno della metà dei palloni, però risulta sempre decisivo!

Nella ripresa è cresciuta la Salernitana ed al contempo è un po’ calato il Cesena, che però non ha rinunciato a ripartire e solo nei 10′ finali è parso accontentarsi del pareggio, risultato non certo da disdegnare in una situazione di classifica come quella del Cavalluccio, non ancora a distanza di sicurezza dal baratro. Peccato solo per la latitanza quasi totale di Ciano, un giocatore che ha i mezzi per essere decisivo non solo su palla da fermo, ma che non pare in questa fase della stagione al 100% della condizione. Infine, ironia della sorte, in una partita nella quale il Cesena va in gol, coglie una traversa clamorosa e crea tante occasioni da rete, il migliore in campo è il portiere: Agliardi nella ripresa ha infatti messo la sua firma su questo pareggio, opponendosi alle migliori situazioni create dalla Salernitana, in un paio di queste sfoderando interventi belli e decisivi.


Articolo in collaborazione con www.cesenamio.it
Immagine tratta dal sito www.legab.it

Previous articleViareggio Cup 2017: dal 13 marzo al via la 69ma edizione
Next articleGenoa, senza parole
Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Tifo Blog. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio (www.cesenamio.it) e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all'amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.