Coppa Italia: il Cesena supera 2-1 la Samb e passa il turno

407
Coppa-Italia-Cesena-Samb

Il Cesena vince la prima partita ufficiale della stagione 2017/18 e si qualifica per il terzo turno di Coppa Italia. Per i bianconeri in gol Laribi e Vita

Devo essere sincero, quest’anno non ho seguito la preparazione estiva ad Acquapartita e non ho nemmeno trovato il tempo (o forse la voglia) per andare a vedere le amichevoli precampionato del mio Cesena. Per cui quello di ieri sera, nel secondo turno di Coppa Italia, è stato il debutto stagionale anche per me. Ho così preso posto all’ultimo momento sugli spalti della Curva Mare, pronto a fare la conoscenza con i nuovi acquisti che ancora non avevo avuto modo di vedere e per ritrovare facce note, ma assenti da un po’ (Cascione, Laribi, Moncini).

E’ tornato il Papa !” è stato il mio primo commento a caldo della stagione 2017/18… In effetti, Lamin Jallow, ventunenne attaccante proveniente dal Gambia (il più piccolo Stato dell’Africa continentale con i suoi 2 milioni appena di abitanti), in qualche modo ricorda N’Diayè Papa Waigo, l’indimenticato centravanti senegalese che ha indossato la maglia bianconera per due stagioni tra il 2005 ed il 2007 (71 presenze, 20 gol). A tratti le stesse movenze felpate, lo stesso modo di accompagnare la palla e lo scatto felino che diverse difficoltà ha creato ai difensori della Sambenedettese. Se son rose fioriranno e se Lamin diventerà Papa lo vedremo ben presto…

Per il resto, è stato bello rivedere in campo Emmanuel Cascione dopo il brutto infortunio della scorsa stagione. Un avvio da brividi per il nuovo capitano bianconero, non propriamente a suo agio nel ruolo di difensore centrale che, è auspicabile, ricoprirà solo in questa fase iniziale, ma una prestazione tutto sommato positiva nella quale ha fatto valere la sua abilità nel gioco aereo e la sua esperienza. Un graditissimo ritorno anche quello di Karim Laribi, che solo sabato è stato annunciato ufficialmente e dopo poche ore già aveva ripreso in mano il centrocampo del Cesena, con la ciliegina del primo gol ufficiale della stagione al 16′ su calcio di rigore (molto bella la triangolazione tra Crimi e Mordini che ha indotto al fallo la retroguardia rossoblù). Tra i nuovi, detto di Jallow, una buona impressione ha destato Tomasz Kupisz, sempre in movimento sulla fascia destra e fucina di continui inserimenti e traversoni, ma anche Alessio Vita che ha svolto con diligenza il suo compito e si è esibito ad inizio ripresa in un potente diagonale da fuori area, angolato quanto è bastato per far fuori il portiere della Sambenedettese e chiudere di fatto partita e qualificazione al terzo turno.

Una prima stagionale che non deve certo esaltare, troppa la differenza tecnica tra le due compagini militanti in categorie diverse, ma che fornisce morale e lascia intravvedere un futuro forse non così tetro come è stato affrettatamente dipinto. Diverse compagini di serie B, seppur di fronte a squadre di categoria inferiore, sono già fuori dai giochi non avendo superato questo secondo turno di Coppa Italia, il Cesena invece ha superato piuttosto agevolmente l’ambiziosa Samb che è stata in partita solo dal 91′ al 94′, approfittando di un calo di concentrazione finale della retroguardia romagnola. Insomma, meglio vincere che perdere e lavorare sulle lacune dell’organico e sui problemi tattici mentre si prosegue il cammino…


Articolo in collaborazione con www.cesenamio.it
Foto di Luigi Rega tratta dal sito www.cesenacalcio.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.