Curva rossoblu’: minuto 86′, una palla di facile lettura….

231

Curva rossoblù: Bologna Sassuolo 1-1. Piccola delusione per il nostro tifoso bolognese. Al minuto ’86 sfuma una vittoria meritata

MINUTO 86′: MATRI UCCELLA IL BOLOGNA

Minuto 86′: lungo lancio di Pellegrini dalle retrovie, la palla e’ lenta e di facile lettura. Helander e’ mal posizionato, Maietta cerca di rimediare e spizza di testa, Matri si incunea e uccella Da Costa in uscita: il dessert e’ servito. Ancora una disattenzione, ancora punti che si volatilizzano sulla sirena. Ancora rammarico.
Lo stato d’animo al triplice fischio e’ confuso e opposto. Da una parte la gioia per un Bologna che produce un primo tempo fantastico infarcito di occasioni , dall’altra l’ennesima ingenuita’ pagata a carissimo prezzo.

AH MAMMA MIA IL BOLOGNA DEL PRIMO TEMPO
Il Bologna del primo tempo e’ un orologio che non sbaglia un tic; sfonda costantemente sugli esterni a destra, con il greco Torosidis (preferito a M’Baye) e Verdi e a sinistra con la coppia Masina (Adam uno di noi!!!!)e Krejci. Duetti da una e dall’altra parte che portano spesso palloni prelibati dentro l’area. Ma aldilà della sontuosa punizione di Verdi al minuto dieci che sblocca il risultato, non si raddoppia o addirittura triplica o quadruplica, perché si, perché non dirlo, il Bologna prende a pallate il Sassuolo, ma non ha il colpo del ko nel guanto e nonostante una traversa (gol divorato da Torosidis) e un ottimo Consigli non c’è verso di chiuderla.
E sugli spalti le facce sono quelle di chi di queste partite ne ha già viste e purtroppo sa che spesso non finiscono bene.

Gift card 300x250

LE OCCASIONI SCIUPATE E LA BEFFA

Il Sassuolo, reduce dal giovedì di coppa, e a scartamento molto lento, entra nella ripresa più convinto e riequilibra territorialmente il match. Ma le occasioni continua ad averle il Bologna: manona di ferro di Consigli su bordata di Dzemaili, un fallo di Cannavaro su Verdi non fischiato (ebbene sì, siamo dentro l’area e quello e’ rigore) e uno scarabocchio inguardabile di Krejci a cinque metri dall’estremo neroverde (assist servito dall’appena entrato Sadiq) fanno da preludio alla beffa del minuto 86’. Era il primo e unico tiro in porta degli avversari.

Proviamo a sbollirci pensando che verranno tempi dove giocando male pescheremo il jolly e porteremo via il malloppo, proviamo a pensare che il Bologna offre spettacoli estremamente accattivanti, proviamo a pensare che certe situazioni fanno crescere la giovane armata rossoblu, eppure, pensando pensando, a chi vi scrive roteano ancora abbondantemente.

CONSIDERAZIONE FINALE:
In serie A se non chiudi le partite quando puoi, poi arriva un Matri e non ti fa dormir di notte.
In serie A, quasi sempre, ogni dormita e’ un gol che becchi.
Al netto di tutto facciamo sempre un calcio propositivo e non guardiamo in faccia  nessuno.
Lo dico sottovoce: anche se smetteranno di roteare domani sera, questo Bologna mi fa divertire ed è proprio bello bello.

Nessun voto: tutti bravi.
Due citazioni: Sergio Floccari…mi fa piacere rivederlo così, complimenti a lui, bravo ragazzo e serio professionista.
Adam e’ tornato a fare una partita sul suo livello. Masina uno di noi!!!!!!!
Mercoledì si va a Verona, sponda Chievo.

I’ve a dream…sogno un mondo dove il Chievo arrivi dietro di noi. Caricaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.