Dal quartiere veronese: 1…2…3… Inglese a passo di valzer!

232

Sassuolo matato al Mapei grazie ad un Inglese strepitoso, nonostante le cose non si fossero messe per il meglio dopo il rigore sbagliato dallo stesso Inglese.

Ci voleva una risposta dopo la scialba prestazione di domenica scorsa contro l’Udinese, e non si è fatta mancare.
Maran schiera una formazione particolare, con Castro e Birsa a sostegno dell’unica punta Inglese e Izco da mezzala preferito a Bastien, Rigoni e De Guzman.
La partita comincia nel migliore dei modi, con Inglese che si invola verso la porta avversaria venendo steso da Letschert, ultimo uomo: rigore ed espulsione sacrosanti. Sul dischetto va colui che si è procurato il penalty, ma incredibilmente colpisce il palo.
Nonostante l’inferiorità numerica il Sassuolo non demorde ed è capace di portarsi in vantaggio grazie a Matri. Pochi minuti dopo rischia addirittura di raddoppiare con Politano, ma Sorrentino chiude.
Verso la fine della prima frazione, Inglese si riscatta e da corner spizza la sfera di testa dal primo verso il secondo palo, che non lascia scampo a Consigli. Rete di pregevolissima fattura. Uno a uno al duplice fischio.
Ad inizio ripresa Maran si sbilancia e inserisce Meggiorini, levando Gobbi. Si vuole vincere!
Le conseguenze danno ragione al tecnico trentino, e nel giro di pochi minuti la sua squadra prima ribalta il risultato, ancora con Inglese, bravo a sfruttare il tap-in, dopo la parata di Consigli su colpo di testa di Meggiorini, poi triplica e a farlo è ancora una volta l’attaccante ex Carpi, che si riscatta alla grande dopo il penalty fallito grazie ad una tripletta da sogno e quasi inaspettata.
Il Sassuolo tenta il miracolo, ma nelle incursioni in avanti si trova sempre la strada sbarrata da Sorrentino e compagnia, quindi il risultato rimane invariato e i 3 punti sono in cassaforte per i gialloblu.
Roberto Inglese diviene così il quarto giocatore a riuscire a realizzare una tripletta in Serie A con questa casacca. Prima di lui c’erano riusciti Bierhoff, Pellissier e Paloschi (due volte).
Prestazione magistrale per affrontare al meglio il match di domenica prossima contro il pressoché imbattibile Napoli di Sarri.
I MIGLIORI:
CASTRO: 7 – In mezzo al campo è padrone e con i suoi docili tocchi rende la vita dura a tutti gli avversari, dal primo all’ultimo.
BIRSA: 7.5 – Due assist al bacio e ci mette lo zampino anche sulla terza rete. Cosa chiedergli di più?
INGLESE: 8.5 – Ha avuto la forza di reagire dopo l’errore dal dischetto, riscattandosi nel migliore dei modi.
IL PEGGIORE:
GOBBI: 5.5 – Meno propositivo del solito, ma il giudizio si basa solo sulla prima frazione, perché quella soltanto ha giocato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.