Dal quartiere veronese: i centurioni non sfondano la Diga

245
La Diga regge fino in fondo.

Contro ogni pronostico, il Chievo regge l’urto della Roma, grazie soprattutto ad un Sorrentino in versione uomo-ragno, erigendo una vera e propria Diga.

Centrocampo incerottato

Con Castro lungodegente e Hetemaj indisponibile, sono ancora Depaoli e Bastien le cerniere di centrocampo, insieme a Radovanovic che torna dopo la squalifica.

I due giovani talenti gialloblu non stanno assolutamente facendo rimpiangere i mastini titolari, e oggi ne è stata l’ennesima conferma.

Una Roma a dir poco straripante non riesce a concretizzare trovandosi di fronte un Sorrentino mostruso che para l’impossibile.

SEMrush

La chiusura su Gerson a metà tempo è qualcosa di strepitoso e anche grazie ad una difesa rocciosa più volte sbarra la strada ai giallorossi.

Ripresa ancora più sofferta

Il muro non crolla e nessuno riesce a credere che la Roma non sia stata capace di gonfiare la rete.

La pressione è costante ma anche i gialloblu tentano di colpire in contropiede, senza però grossi risultati.

Ma attenzione che la giocata della giornata deve ancora arrivare.

A dieci dalla fine Schick carica il tiro che andrebbe a fiondarsi sul secondo palo.

Una deviazione cambia la traiettoria, ma Sorrentino come un gatto alza la gamba destra e evita che la sfera finisca nel sacco.

Questo è l’episodio chiave che fa intendere che i binari sono quelli favorevoli e la meta è a due passi.

Il Chievo ferma la Roma. Al Bentegodi ha la meglio la sagacia calcistica della flotta guidata da Maran, che ha tutte le carte in regola per giocarsela con tutte, riscattando la pessima prestazione di San Siro.

PAGELLE

I MIGLIORI:

SORRENTINO: 9 – Definirlo saracinesca sarebbe riduttivo. Almeno tre interventi miracolosi.

JAROSZYNSKI: 7 – Parte in sordina, poi sfodera una prestazione di altissimo livello.

TOMOVIC: 6.5 – Chiusure sempre puntuali e attente, nonostante la reiterante pressione avversaria.

I PEGGIORI:

GAMBERINI: 5.5 – Qualche brivido per alcuni disimpegni non proprio sicuri.

BIRSA: 5 – Impreciso quando si tratta di concludere a rete. È la brutta copia di quello visto fino alla prima giornata si quest’anno.

MEGGIORINI: 5 – Ancora fuori condizione e non di poco. Spesso beccato in fuorigioco.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.