Dal quartiere veronese: Continua la fovola per la quindicesima volta…

258
Ennesima salvezza raggiunta.

Dal quartiete veronese: Da un paio di settimane si è concluso il quindicesimo anno in massima serie per il Chievo, che ha chiuso la stagione al quattordicesimo posto con 43 punti conquistati.

La partenza da parte della compagine gialloblu è stata delle migliori, con 13 punti nelle prime 7 giornate, tra cui risultati prestigiosi come la vittoria sull’Inter alla prima e quella a Udine alla quarta.

Poi un calo inaspettato dopo la sconfitta contro il Milan, inanellando una serie di prestazioni al di sotto delle aspettative, riabbracciando i tre punti a metà novembre ai danni del Cagliari di Rastelli. Nel mentre Inglese&co accedono agli ottavi di finale di Coppa Italia battendo il Novara, venendo poi eliminati a gennaio dalla Fiorentina.

Domenica 11 dicembre si rivela data storica da segnare nell’almanacco clivense, quando a Palermo capitan Pellissier sigla la rete numero 100 in serie A, tutte con la casacca gialloblu.

Tra la fine dell’anno e l’inizio del successivo avviene una flessione piuttosto evidente, dove i ragazzi di Maran subiscono batoste (come la sconfitta per 1 a 4 in casa con l’Atalanta) dovute a un calo di concentrazione, ritrovata all’Olimpico di Roma, battendo la Lazio grazie a una rete allo scadere di Inglese.

Di lì in avanti si concatenano buone prestazione che fruttano punti in classifica ed altre altrettanto egregie, che però servono a poco ai fini del risultato.

Il 19 marzo la svolta (in negativo). A Bologna un Chievo fin troppo rilassato visto l’enorme divario dalla terzultima della classe viene strapazzato dagli emiliani e da quel match fatica a rialzarsi. Giocatori che fino a quel momento si erano rivelati autentiche pedine fondamentali, come Castro e Birsa, calano di rendimento e insieme a loro tutta la squadra.

Nella disfatta del momento Pellissier comincia a vivere una seconda giovinezza, punendo gran parte dei portieri del campionato.

Fortunatamente il distacco dalla zona calda rimane piuttosto ampio, sebbene il Crotone abbia messo in atto una risalita da far paura.

Il matematico raggiungimento dell’obiettivo stagionale si ottiene a Genova, contro la squadra di Juric, grazie alle due perle di Bastien e Birsa.

Nella fase finale la piacevole giovane sorpresa Depaoli fa ben sperare per il futuro prossimo venturo.

A conti fatti il bilancio lo si può definire positivo, anche se l’altalena de risultati non è piaciuta ai tifosi, come è lecito aspettarsi, tifosi che sperano in una sorta di rivoluzione quest’estate, partendo da un cambio generazionale assolutamente necessario.

STATISTICHE (Serie A):

Reti fatte: 43

Rei subite: 61

Maggiori presenze: Birsa, Radovanovic (35), Inglese, Sorrentino (34), Castro (33)

Classifica marcatori:

10 – Inglese

9 – Pellissier

7 – Birsa

5 – Castro

3 – Meggiorini

2 – De Guzman

1 – Gamberini, Gobbi, Cacciatore, Cesar, Rigoni, Bastien, autogol

ESORDIENTI IN SERIE A (apparizioni/goal):

Bastien (12/1), Kiyine (7), Depaoli (6), Vignato (2), Parigini (3), Jallow (2).

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.