Dal quartiere veronese: è fermo il mercato in entrata!

263
Photo by calciogazzetta.it

Qualche operazione in uscita, ma in entrata tutto tace, il tempo scorre e le idee sul mercato sono confuse.

Mercato: “Squadra che vince non si cambia”. Vero. I 25 punti in classifica farebbero presagire a questo, ma ormai non si vince da ben quattro partite (anche se tre su quattro sono state contorno avversari di altra caratura, come Roma, Fiorentina e Inter). Però qualche lacuna di troppo si è vista durante queste ultime uscite, e dei piccoli interventi riparatori sarebbero necessari.
Salutato Parigini (direzione Bari), anche Floro Flores si prepara ad approdare sotto la protezione di San Nicola, alla corte di Colantuono. Tutto fatto, prestito con obbligo di riscatto in caso di promozione della squadra pugliese.
Anche il desaparecido Jallow ha le valige pronte, e la destinazione è quella di Trapani, dove, col suo apporto, cercherà di sollevare le sorti del club granata.
Ricapitolando: tre attaccanti se ne vanno, ma chi arriva? Le voci sono tante, c’è chi parla di un ritorno di Paloschi, improbabile ma si sa, “certi amori finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano”. Altri fanno il nome del giovane Araujo del Las Palmas, già corteggiato in passato dal Palermo. Gilardino è sfumato e ha preferito l’isola (in)felice Pescara.
I rumors sono questi, ma sembrano più che altro tante idee pensate senza raziocinio.
Ah, in ballo c’è anche l’affare Castro, in queste ultime ore entrato nel vivo, ma il Chievo chiede otto milioni e il Torino pare disposto ad arrivare a sette, cifra su cui si può chiudere ugualmente. Come possibile sostituto si è parlato di Gunnarsson, capitano dei vichinghi islandesi, da anni ormai in Forza al Cardiff e maestro d’orchestra di quella sinfonia meravigliosa messa in mostra durante gli Europei. Ce ne fossero di giocatori così, e se dovesse sbarcare a Verona sarebbe un colpo davvero di primo livello, ma per ora sono solo chiacchiere da corridoio.
Nembro sembra lavorare sulla sfoltita della rosa e per ora il portinaio di Veronello continua a salutare le stesse facce, e di volti nuovi non se ne intravedono.
Noi tifosi siamo assolutamente nelle mani della società e nutriamo piena fiducia in essa.
Staremo a vedere cosa porteranno queste ultime settimane di spesa…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.