Dal quartiere veronese: Gioia al Massimo grado!

251
Esultanza per i tre punti riconquistati dopo cinque partite.

Decide Gobbi dopo una partita tanto tattica e poco votata all’attacco.

Dal quartiere veronese: Era l’occasione giusta per poter rialzarsi dalle batoste subite nelle ultime cinque giornate, e non si poteva non coglierla al volo.

Il match comincia a ritmi lenti, con le due compagini che si limitano a studiarsi senza farsi troppo del male reciprocamente.

Il primo squillo è di Meggiorini, che oggi rientrava dall’infortunio che l’aveva tenuto fermo contro Crotone e Juventus.

I due portieri quasi non si sporcano i guanti e al 45’ minuto le squadre rientrano negli spogliatoi consapevoli che potevano fare di più.

Nell’intervallo Maran striglia per bene i suoi e al fischio iniziare della ripresa il piglio è diverso grazie anche all’apporto fondamentale di Pellissier e Castro.

Meggiorini risulta essere sempre il più pericoloso, ma poi  Gobbi, l’uomo che non ti aspetti, decide di partire dalla fascia sinistra, per poi accentrarsi e scambiare con Castro che lo mette a tu per tu con Storari, a quel punto il terzino non può far altro che insaccare per il più classico dei goal dell’ex. Il Bentegodi esplode per il primo sigillo in maglia clivense del trentaseienne milanese.

Il Cagliari tenta di riagganciare il risultato, ma un punizione di Bruno Alves e una palombella di Farias finiscono a lato, e così il Chievo porta a casa i tre punti che mancavano dal 2 ottobre, data in cui si era sbancata Pescara.

Il morale è tornato quello di inizio stagione e questa vittoria è stata davvero un medicina infallibile per far si che ciò accadesse. Adesso la testa è già alla prossima partita, in cui i ragazzi di Maran affronteranno un Toro, che tra le mura amiche, fa davvero paura a chiunque.

I MIGLIORI:

GOBBI: 7 – Azione memorabile quella che porta alla prima rete con questa casacca. Premio meritato.

RADOVANOVIC: 6.5Re del centrocampo, che amministra in maniera diligente e precisa.

CASTRO: 6.5 – Qualità e quantità, il solito lavoro sporco sommato a quello che farebbe Hetemaj, ieri assente.

I PEGGIORI:

SPOLLI: 5.5 – Pasticcia in un paio di occasioni potenzialmente pericolose in area propria.

IZCO: 6 – Una sufficienza un po’ tirata per l’argentino, che non è stato il solito corridore.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.