Dal quartiere veronese: tanto orgoglio, ma non basta

211
Copyright Destrosecco.it

Napoli padrone nel primo tempo e Chievo troppo timoroso, ma la ripresa ha offerto ben altro, con i ragazzi di Maran che hanno scaraventato in campo tutto il proprio orgoglio, spaventando non poco i partenopei.
Squadra che vince non si cambia. Maran si fida del detto popolare e schiera la stessa formazione di Reggio Emilia con l’unica eccezione rappresentata da Gamberini al posto di Dainelli.
Prima occasione pericolosa per i padroni di casa, che con Inglese impegnano Reina, costretto a compiere un intervento non indifferente.
Poi lo strapotere degli uomini di Sarri inizia ad avere la meglio. Così in pochi minuti il Napoli infila i gialloblu due volte, prima con una perla di Insigne, poi con un tap-in a porta vuota di Hamsik, dopo uno sbandamento generale della difesa clivense.
Primi 45 minuti sofferti.
Ad inizio seconda frazione Maran butta nella mischia Meggiorini al posto di uno spento Radovanovic e la risposta non si fa mancare.
Atteggiamento arrembante he mette in evidente difficoltà la retroguardia azzurra, ma nonostante ciò il Napoli triplica con Zielinski, anche a causa di una sfortunata deviazione.
Storditi si, arresi mai. Il Chievo non demorde e continua a crederci; infatti con una gran rete di Meggiorini riapre il match.
Dopo di ciò la squadra di Sarri subisce il colpo e Meggiorini&co spaventano ancora, e non poco, Reina, che insieme ai compagni di reparto può ritenersi fortunato e in preda ad una giornata di grazia divina (non per merito suo).
La partita si conclude con una schiacciante, solo nel risultato, vittoria partenopea, ma i clivensi escono tra gli applausi dei propri tifosi.
Ragazzi, vi vogliamo così!
I MIGLIORI:
IZCO: 6.5 – Ringhia su ogni pallone, dando del filo da torcere a tutti gli avversari.
CASTRO: 6.5 – Solita spina del fianco a centrocampo.
MEGGIORINI: 7 – Cambia il volto della partita, grazie alla spettacolare rete e ad altre giocate non andate a buon fine.
I PEGGIORI:
CACCIATORE: 5.5 – Poco propositivo in avanti.
RADOVANOVIC: 5.5 – Troppo impreciso in mezzo al campo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.