Dal quartiere veronese: tra preparazione e mercato

328
Djordjevic, in cerca di riscatto.

Il ritiro estivo è cominciato e, in parte,  già terminato, mentre la squadra mercato è attiva per sopperire alle partenze.

Pejo, novità estiva

I primi dieci giorni di ritiro si sono svolti nell’affascinante località di Pejo, nell’alto Trentino, dove agli ordini di mister D’Anna i ragazzi hanno anche affrontato due amichevoli.

Ma sotto i riflettori ci sono sicuramente quei giovani rientranti da prestiti o provenienti dalla Primavera che sono alla ricerca di una chance.

Su tutti Valjent, Tanasjevic, Baldassin , Kiyine e Musa, dotati di valide qualità che potrebbero mettere in seria difficoltà il mister.

I neo arrivati

In realtà ce n’è solo uno da segnalare, ovvero Filip Djordjevic, che nella prima uscita si è messo subito in mostra con una tripletta.

Sarà lui a contendere il posto da titolare nel tridente offensivo a Stepinski, meritatamente riscattato, nel ruolo di punta centrale.

Non potevano venir ignorati i riscatti di Tomovic e Giaccherini, anch’essi artefici principali della miracolosa salvezza dello scorso anno.

Ma attenzione ad un nome che potrebbe infiammare le piazze: Sergej Grubac. Montenegrino classe 2000, figlio d’arte, proveniente dall’Apoel Nicosia.

Sicuramente avrà un posto fisso nella Primavera di Mandelli, ma non è da escludere una sua permanenza nella rosa dei grandi.

Addii dolorosi

Quella che inizierà il 18 agosto, per il Chievo sarà una stagione della rinascita, soprattutto dal punto di vista del cambio generazionale.

Salutano Dainelli, dopo sei anni e mezzo, Gamberini, dopo quattro, e Gobbi, dopo tre, mentre rinnova l’eterno capitano Pellissier.

Portano soldi nelle casse invece le cessioni di Castro, venduto per sei milioni e mezzo al Cagliari, e Bastien, allo Standard Liegi per circa quattro milioni.

Ora ci si dovrà muovere per trovare dei degni sostituti, sempre che non si voglia puntare su chi è cresciuto in casa.

Seconda parte a “casa”

San Zeno di Montagna è una tappa necessaria da affrontare durante il lungo periodo estivo, una location che unisce staff e tifosi in un’atmosfera di festa.

Le carte in regola ci sono tutte per evitare la sofferenza che ha caratterizzato la stagione scorsa, ma servirà l’aiuto di tutti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.