Dal quartiere veronese: Il roboante 2016 gialloblu!

247
Photo by destrosecco

L’anno che si sta per concludere è stato sicuramente uno dei più positivi sotto l’aspetto sportivo per il club guidato da Campedelli, con il nono posto della stagione scorsa e con questa prima metà del campionato 2016/2017, altrettanto strepitosa.

Quartier veronese: Il 2016 era cominciato in casa, tra le mura del Bentegodi, con lo spettacolare pareggio per 3 a 3 contro i capitolini della Roma agguantato grazie alla prima rete decretata dalla goal line technology, ad opere di Simone Pepe. Poi si era concluso il girone d’andata con una vittoria al cardio palma ai danni del Bologna, in un Dall’Ara quasi inespugnabile per i ragazzi gialloblu.

Nelle seconda parte della stagione, le cose non iniziano per il meglio, ma ai primi di febbraio, gli uomini di Maran domano il Torino all’Olimpico e sotto un acquazzone incredibile conquistano per la prima volta in questo stadio i tanto agognati tre punti.

Nell’atteso derby contro il Verona, i ragazzi della Diga perdono miseramente, ma questa batosta è servita da lezione, perché dopo la vittoria col Genoa e la sconfitta di Napoli, il Chievo riesce ad infilare una serie di risultati positivi incredibile, a partire dal pareggio interno col Milan, passando per le vittorie contro Sampdoria, Palermo e Carpi e per il pareggio a Udine, arrivando alle cinque reti rifilate al Frosinone, per poi concludere il campionato con altri due punti nelle ultime quattro giornate.

Dopo un intenso ritiro estivo, svoltosi prima a Brentonico, poi nella consueta cornice di San Zeno di Montagna, la squadra del riconfermato Maran riparte subito col botto, grazie alla strabiliante vittoria sull’Inter con un Birsa formato Champions che castiga per ben due volte i neroazzurri. Poi, dopo la sconfitta di Firenze e il pareggio interno contro la Lazio, i clivensi ritornano a vincere e convincere, con le vittorie contro Udinese, Sassuolo e Pescara che li portano nelle zone alte della classifica, tra cui poco sfigura la sconfitta indolore di Napoli.

Gift card 300x250

Al ritorno dalla sosta Nazionali di ottobre, al Bentegodi arriva il Milan, che non lascia scampo ai gialloblu, siglando tre reti che rendono vana la perla su punizione di Birsa. Segue poi un trittico di brutte prestazioni: a Empoli, in casa col Bologna e a Crotone, in cui si conquistano solamente due punti, tenendo conto anche della sconfitta, seppur immeritata, contro la Vecchia Signora.

Dopo il periodo negativo, il Chievo torna alla ribalta, sconfiggendo il Cagliari, per poi perdere a Torino a causa di un arbitraggio che definire scandaloso sarebbe riduttivo. L’ultimo mese dell’anno vede sorridere tutto l’ambiente gialloblu, grazie ad uno score di due vittorie, un pareggio ed una sconfitta.

Annata ricca di emozioni, con un totale di 49 punti conquistati (24 nel girone di ritorno del campionato passato e 25 nella stagione in corso).

STATISTICHE

RETI FATTE:  43

RETI SUBITE:  44

RECORD PRESENZE:

RADOVANOVIC (36)

BIRSA (35)

CASTRO (34)

CAPOCANNONIERI:

8 reti: PELLISSIER 8 (7 in Serie A, 1 in Coppa Italia)

7 reti: BIRSA

4 reti: MEGGIORINI (3 in Serie A, 1 in Coppa Italia)

INGLESE (3 in Serie A, 1 in Coppa Italia)

CASTRO (3 in Serie A, 1 in Coppa Italia)

Copyright Foto Destrosecco

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.