Del Monte Coppa Italia 2017: La Lube vince contro Trento e la coppa è sua!

225

Del Monte Coppa Italia 2017: Alla Unipol Arena di Bologna La Lube vince contro Trento e si porta il quinto trofeo della sua storia a casa. L’ultimo l’avevano vinto nel 2009, poi due finali perse.

Si interrompe così un digiuno durato tre anni. La squadra biancorossa torna a vincere una manifestazione, l’ultima era stata la Supercoppa.

I Ragazzi di Chicco Blengini vincono 3-1 contro Trento (25-21, 23-25, 25-15, 25-20) in una partita che hanno dominato dall’inizio alla fine con un leggero calo nel secondo set, ma poi è ritornata ad inarrestabile.

Osmany Juantorena premiato Mvp della partita. 15 punti e 67% in fase offensiva, una macchina da guerra in campo, non lascia scampo ai suoi ex compagni di squadra (dal 2009-2013), una sicurezza per la Lube e per la Nazionale Italiana.

Mvp
Mvp della partita

Al suo primo anno alla Lube anche Sokolov non le manda a dire e mette giù ben 20 palloni e con il 54 per cento di realizzazione.

Altro protagonista di questa vittoria è Kovar, si si proprio lui. Dopo una serie di brutti infortuni, dal quale sembrava non riprendersi e che sembrava sempre più vicino al ritiro, è tornato sul campo da gioco con belle prestazione, sia in Champions che in Coppa Italia. Lo schiacciatore chiude con 11 punti e due muri. Che Blengini lo stia guardando anche in ottica nazionale magari al posto di Lanza?

Al centro applausi per la certezza Stankovic, 11 punti, 89% in attacco, tre muri e un ace e Candellaro (l’acquisto azzeccato del mercato estivo).

Ma per guidare una squadra di campioni come questa, ci vuole un regista d’eccezione e la Lube ce l’ha. Christenson riesce a gestire tutto con estrema calma e precisione, dopo un avvio di stagione che l’aveva visto infortunato è tornato più forte di prima e le voci che circolano sulla sua partenza a fine stagione, preoccupano un po’ i tifosi della Lube.

Ma la Lube non ha giocato da sola, l’altra finalista è Trento, i ragazzi di Lorenzetti soffrono e sbagliano tantissimo. Giannelli impreciso, come anche Lanza, Stokr e Solè che però riescono ad arrivare in doppia cifra.

Lube Civitanova – Diatec Trentino 3-1 (25-21, 23-25, 25-15, 25-20)

Lube Civitanova: Christenson 3, Juantorena 15, Stankovic 11, Sokolov 20, Kovar 11, Candellaro 9, Pesaresi 0, Grebennikov (L), Cebulj 0. Ne Casadei, Corvetta, Kaliberda, Cester. Allenatore Blengini.

Diatec Trentino: Giannelli 6, Urnaut 7, Solé 10, Stokr 17, Lanza 11, Van De Voorde 9, Chiappa (L), Antonov 2, Colaci (L), Nelli 0, Mazzone D. 0. Ne. Mazzone T., Blasi, Burgsthaler. Allenatore Lorenzetti.

Arbitri: Saltalippi, Goitre Mauro Carlo.

Note – durata set: 26′, 33′, 23′, 29′; tot: 111′. Spettatori dodicimila per un incasso di 136.200 euro. Cucine Lube: 8 muri, 7 ace, 16 errori in battuta, 3 errore azione, 55% in attacco, 74% (43%) in ricezione. Diatec Trentino: 10 muri, 1 ace, 21 errori in battuta, 8 errore azione, 48% in attacco, 62% (35%) in ricezione. Mvp Juantorena.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.