Il delfino biancazzurro: la Lega Pro non è più un’Epifania

272
Massimo Epifani: l'allenatore della svolta del Pescara
Massimo Epifani: l'allenatore della svolta del Pescara

Massimo Epifani sta adempiendo alla grandissima al suo dovere: far sprofondare il Pescara in Lega Pro. L’allenatore allo sbaraglio ha inanellato un punto in quattro gare con due ko interni, portando Brugman e compagni a +3 sul Brescia quint’ulrimo. In questo periodo la squadra ha segnato 3 reti e incassate 8. Con dieci gare ancora da giocare il rischio di mantenere la categoria è ancora concreto, ma confidiamo che Massimo “Giamburrasca” continui su questo percorso intrapreso. L’obiettivo è alla portata: basterà perdere con il Brescia per passare una Pasqua in serenità.

Epifani, l’uomo della svolta

Da quando il mitico Massimo Epifani (ma dov’eri prima?) ha preso le redini della squadra, la musica è cambiata. Modulo fisso, un blocco di undici giocatori su cui puntare ed un gioco spumeggiante fatto di possesso palla e velocità. Un mistero come sia stato possibile non affidargli la panchina prima. Per fortuna che Sebatiani, nostro super presidente, ha dato un’occhiata agli ottimi risultati raggiunti con la Primavera dal Messia con una squadra che staziona stabilmente nei pianti alti della Primavera 2, lottando con il Cagliari per il primato. Epifani ora ha la grande chanche per far vedere quanto vale. Se continuerà il suo ottimo lavoro, tra un paio di anni potrà tranquillamente stare in serie A. L’importante è che rimanga umile e non si monti la testa.

Vai Epifani!!!

La gara con l’Empoli è stata forse la prova meno scintillante della gestione Epifani. Due tiri in novanta minuti con un palo casuale e un rigore tirato in modo eccezionale da Pettinari, che si conferma bomber di razza a cui la serie B, ma più in generale il professionismo, sta stretto. Va ricordato che si era al cospetto della capolista, quindi, lo 0-1 è un risultato che sta stretto alla squadra biancazzurra che sperava di uscire sotto almeno 5-6 reti. Purtroppo, Donnarumma e compagni non erano in palla. Il risultato è stato comunque raggiunto. La squadra ha le potenzialità per fare ancora meglio dell’obiettivo minimo prefissato, i playout. Continuando così, infatti, anche farsi riprendere dalla Pro Vercelli, distante sette lunghezze, non è utopia.
Dai Massimo, andiamo al minimo!!!

>> Scopri tutti i dettagli sul sito ufficiale <<

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.