Il delfino biancazzurro: contro il Torino peggio di un “cappotto”

229
Aquilani, qui con la maglia dello Sporting, ha giocato molto male in Pescara-Torino
Aquilani, qui con la maglia dello Sporting, ha giocato molto male in Pescara-Torino

Pescara-Torino è stata la gara che ha sancito, purtroppo, l’inadeguatezza dei biancazzurri alla serie A. Non è bastato essere in undici contro nove per vincere il match e, anzi, i biancazzurri hanno pure rischiato di perdere. Per fortuna il tiro di Belotti è finito sul palo. Questa gara rasppresenta un vero e proprio fallimento sul piano tecnico, tattico e societario.

ZERO QUALITA’ – Il Pescara è uscito umiliato e deriso dalla sfida contro il Torino. Non esistono scuse per non essere riusciti a vincere in 11 contro 9 e in casa, il match. Il peggiore in campo tra i biancazzurri è stato Aquilani. L’uomo di maggior esperienza e qualità della rosa degli abruzzesi, ha vagato per il campo come uno zombie, senza mai metterci una nota. Se si tralascia il palo di Memushaj, il Torino non ha praticamente corso pericoli. Quella contro i granata è stata una delle peggiori prestazioni di sempre. Se anche la gara fosse durata tutta la notte, gli uomini di Oddo non avrebbero mai segnato. La squadra sembra essere bloccata. Non ha coraggio nelle conclusioni. Una volta arrivata al limite dell’area non sa cosa fare del pallone.

CAMBIARE E’ D’OBBLIGO – Ormai è chiaro. Continuare a giocare con il 4-3-2-1 con Caprari punta centrale è un suicidio tattico. Con l’ex Roma al centro dell’attacco non è possibile effettuare alcun tipo di operazione in area. Non si può crossare, non si può mettere il pallone al centro-area, nè si può giocare in velocità. Altra cosa evidente: questa squadra non può fare a meno di Brugman. Aquilani in questo momento è impresentabile. Deve ritrovare una forma accettabile ed essere convinto di poter fare la differenza in questa squadra. Diversamente, non serve.
Si deve cambiare marcia al più presto perchè la serie A non aspetta. Con il Torino la squadra ha buttato via due punti e mostrato, agli occhi del pubblico, la sua fragilità. Così non va.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.