Disastro Inter, l’ennesimo scempio!

286
Lamanna para il rigore a Candreva: immagine emblematica della pessima giornata nerazzurra

Prestazione VERGOGNOSA e INDEGNA da parte di gente che non merita la maglia che indossa. KO a Marassi contro un Genoa che non vinceva da 17 partite.

Non c’è mai limite al peggio. Questo lo si può tranquillamente evincere guardando le partite di questo ammasso di gente mercenaria e menefreghista che ogni partita dimostra sempre peggio. La squadra è contro l’allenatore? Oppure è proprio l’allenatore che ha mollato? Oppure la società che non vuole giocare i preliminari di Europa League a favore di una partecipazione in una tournèe asiatica? Questo non si sa. L’unica cosa certa è che dopo Torino-Inter, (come ha ammesso in settimana D’Ambrosio in un’intervista) si è mollato. QUESTO E’ INAMMISIBILE, per qualsiasi squadra, specie se hai la storia dell’F.C. Internazionale Milano. E alla fine chi ci rimette? Sempre noi, noi tifosi.

Proprio così, perchè quelli che non mollano mai, indipendentemente da classifica, prestazioni e risultati, siamo sempre noi. Spendiamo molto, sia in termini di tempo che di denaro. Per noi però non è un impegno, un lavoro, un qualcosa di dispendioso: è semplicemente pura PASSIONE, DEVOZIONE, PIACERE… AMORE. Quelle indefinibili figure che vanno in campo, ecco, sono l’esatto contrario. Sono STRAPAGATI, e forse proprio qui è il problema: ne approfittano. E la società dovrebbe averlo capito, ma già da un pezzo. Atteggiamento dei giocatori che però d’altra parte rimane ingiustificabile. Solo la maglia che indossi dovrebbe darti quella dignità e quella voglia di divorare l’erba quantomeno per rendere felici ed orgogliosi i tifosi. Se non ti senti questo fuoco dentro non sei degno di giocare nell’Inter. E qui sta di nuovo alla società capire la situazione e prendere decisioni importanti. Decisioni che sono anni che non vengono prese: ciò testimonia quanto la società sia incompetente e soprattutto assente.

Della partita sarebbe meglio non parlarne. Un disastro, dall’inizio alla fine. Assenze anche importanti come Miranda e Murillo, ma nulla può giustificare questo scempio. Un paio di tiri in porta in 90 minuti contro un avversario completamente allo sbando che ha fatto un girone di ritorno da incubo. Solo noi potevamo far resuscitare questo Genoa. Partita bruttina per il resto della prima frazione, con un paio di nostre occasioni con Eder e Candreva, che si mangia un gol pazzesco. Ritmi bassissimi, squadra che cammina anche per tutto il secondo tempo. Il Genoa ha praticamente una sola occasione, e la sfrutta. Veloso prende palla assolutamente indisturbato a metà campo, ha a disposizione un’autostrada davanti a sè: arriva al limite, calcia, Handanovic devia sulla traversa.Sulla respinta, i difensori dell’Inter guardano come delle statuine Pandev mentre insacca. Al 70° è 1-0 Genoa. Pandev non esulta: l’unico giocatore tra quelli in campo che ha portato rispetto ai colori nerazzurri è proprio lui. Pioli tenta delle mosse improbabili, inserendo Palacio, Gabigol e Banega e togliendo addirittura Icardi, ma non cambia nulla. La grande occasione ci sarebbe all’89°: calcio di rigore per noi per fallo di mano di Burdisso. Sul dischetto va Candreva: ciabattata inguardabile, Lamanna respinge. Kondogbia espulso per proteste. Dopo 3 minuti di recupero, l’arbitro fischia la fine.

Si parla spesso dell’allenatore e dei dirigenti non all’altezza, ma poco di chi scende in campo. Medel e Nagatomo no comment. Andreolli fa quello che può. Kondogbia solito mezzo giocatore impalpabile. Colpisce l’involuzione negativa di Gagliardini: un altro giocatore rispetto a quello di 2 mesi fa. Candreva imbarazzante, non salta mai l’uomo, crossa sempre e per giunta male, non sa fare altro. Non può essere un titolare nell’Inter Eder, buon giocatore (forse tra i migliori a Genova) ma che può andar bene solo per la panchina. L’unico che si salva davvero è Perisic, a mio avviso il giocatore più determinante di questa squadra. Icardi totalmente assente, come purtroppo spesso capita, ma non è solo colpa sua.

Ennesima stagione fallimentare. Ennesima stagione che non vediamo che finisca per pensare a quella successiva.  Nonostante tutto, NOI TIFOSI ci saremo sempre. AMALA!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.