È un Genoa povero

318

Povero: è questo il miglior aggettivo per descrivere il Genoa visto ieri contro la Roma. Povero e, in seconda battuta, sfortunato. Povero di qualità, di fantasia, geometrie ed alternative. Sfortunato perché, ai punti, il grifone avrebbe meritato il pareggio contro una Roma certamente non irresistibile. Juric ha fatto il possibile per cercare di rendere la sua formazione il più competitiva possibile ma anche lui sa che non può chiedere molto di più ai suoi ragazzi. La squadra, tra infortuni e cessioni, è rimaneggiata ed il mister avrà bisogno di tempo e rinforzi per ritrovare i giusti equilibri. Rispetto all’undici base di inizio stagione ieri mancavano quattro giocatori importanti (oltre a Pavoletti e Rincon, gli infortunati Veloso e Perin, uscito dopo dieci minuti). Dei nuovi acquisti l’unico già pronto fisicamente è Beghetto, arrivato soprattutto per prepararsi a raccogliere l’eredità di Laxalt nella prossima stagione mentre Morosini e Pinilla sono reduci da un periodo in cui si sono allenati poco. La domanda che tutti i tifosi genoani si pongono è: “come mai non è ancora arrivato un sostituto di Rincon?”. Incomprensibile che la società non abbia già provveduto a rimpiazzarlo visto che el general era dato per partente da mesi e che nel frattempo il grifone ha perso per infortunio Veloso. Ecco così spiegata la mediana di ieri, povera qualitativamente, nonostante la generosa prova di Rigoni e Cofie. Ieri l’unica alternativa di buon livello tecnico in panchina era rappresentata da Morosini ma l’ex Brescia è in ritardo di condizione e Juric ha preferito non forzare il suo inserimento. In attacco Simeone ha patito la superiorità fisica dei difensori giallorossi e certamente un Pinilla in piena forma sarebbe potuto servire ma occorrerà pazientare ancora qualche partita per poter schierare il Cileno dall’inizio. In settimana è atteso l’arrivo di un centrocampista ma, nel frattempo, questo mese di gennaio non è di certo partito con il piede giusto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.