Empoli – Inter: le pagelle nerazzurre, De Boer, Joa e il capitano che intesa

253

L’Inter vince la terza partita consecutiva in campionato grazie al solito strepitoso Icardi. Ecco le pagelle della squadra nerazzurra.

Handanovic: 6.5 – classica partita da grande portiere. Lo sloveno fa da spettatore per quasi tutto il match, ma quando Di Marco decide di testare i suoi riflessi si fa trovare prontissimo, permettendo alla squadra di mantenere i due gol di vantaggio. Prezioso

D’Ambrosio: 6 – partita più propositiva di Danilo che, specie nel primo tempo, riesce a dialogare bene con Candreva rendendosi spesso pericoloso. Nel secondo tutta la squadra si abbassa, lui mantiene la posizione e non rischia mai. Attento

Miranda: 6.5 – altra ottima partita del centrale brasiliano che chiude tutti gli spazi e mantiene la squadra altissima come gli chiede il nuovo allenatore. Peccato ogni tanto per degli eccessi di foga, che lo portano ad accollarsi cartellini molto spesso evitabili. Muro

Murillo: 6.5 – stesso discorso fatto per il suo compagno di reparto. Parte troppo aggressivo e si merita il giallo al secondo minuto, ma per i restanti 88 non soffre mai e dimostra di essere davvero un prospetto importante per il futuro. Promessa

Santon: 6 – stavolta è lui a sembrare troppo timido, nonostante la buona serata di Perisic fatica a sovrapporsi, in difesa non soffre praticamente mai ma il suo supporto offensivo sarebbe molto importante per la squadra. Timido

Medel: 6.5 – da quando al pitbull non viene più richiesto di impostare, ma solo di tenere altissimo il pressing e far subito ripartire la squadra, è tutta un’altra musica! Corre ovunque, protegge la difesa e recupera un’infinità di palloni, dimostrandosi il giocatore che ogni allenatore vorrebbe nella propria squadra. Indemoniato

Kondogbia: 5.5 – nel primo tempo non demerita, ma forse più per l’inerzia che ha tutta la squadra. Ma nella ripresa, quando il centrocampo dovrebbe davvero salire in cattedra, sparisce completamente, meritando il cambio. Assente

Joao Mario: 7 – che giocatore questo portoghese! E’ appena arrivato, ma ha già le chiavi del centrocampo. Corre, pressa, detta i ritmi e le sue giocate non sono mai banali. L’esempio perfetto è l’azione del secondo gol, in cui recupera palla e dopo un secondo ha già messo in porta Icardi. E’ lui il futuro dell’Inter e lo sta dimostrando partita dopo partita. Entusiasmante

Candreva: 6.5 – ottimo l’inizio dell’esterno azzurro, che dialoga spesso con D’ambrosio e mette a ferro e fuoco la sua fascia di competenza. Pregevole l’assist per il vantaggio nerazzurro di Icardi. Nel secondo tempo, complice forse la stanchezza, attacca di meno ma protegge bene il proprio terzino. Utile

Perisic: 6 – dopo aver deciso la partita con la Juve di domenica, l’esterno croato si prende una giornata di pausa. Corre un sacco, niente da dire, ma se dalla fascia destra arrivano le azioni più pericolose, lo stesso non si può dire della sinistra, in cui sia lui che Santon risultano troppo timidi per impensierire gli avversari. Stanco

Icardi: 7.5 – è sempre lui, il capitano dell’Inter, a prendersi la copertina. Si sbatte tantissimo e questo è molto importante, ma soprattutto davanti alla porta non sbaglia quasi mai, specie quando conta. Tutti aspettano la squadra e il bomber al varco, lui risponde presente e dopo 17 minuti ha già timbrato il cartellino due volte, di fatto chiudendo la partita. Cecchino

Eder – Gnoukuri – Felipe Melo: SV – i tre giocatori entrano a meno di venti minuti dalla fine, l’Empoli non riesce ad attaccare in maniera efficace e la squadra porta a casa la vittoria senza soffrire. Utili

De Boer: 7 – finalmente si comincia a capire cosa voglia l’allenatore dalla squadra. Inutile illudersi che d’ora in poi arriveranno solo vittorie, ma questa tattica del pressing alto comincia a dare i suoi frutti, sicuramente c’è ancora molto da lavorare ma finalmente sembra essere stata trovata la strada giusta. Stratega

 

fonte immagini: calciomercato.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.