Euro2016? No, #EuroCesarini!

169
Photo by Getty

Euro2016 in questa prima giornata che sta volgendo al termine (oggi le gare del Gruppo F), ha messo in chiaro una cosa: non esistono gare scontate, così come non esistono le cosiddette “squadre materasso”, con il risultato che le gare sono aperte a qualsiasi risultato, fino al 90′. E oltre…

Prendendo in esempio soltanto le gare disputate finora alle 21, emerge un curioso quanto clamoroso dato statistico, che conferma la nostra tesi: tutti i gol che hanno deciso queste gare, chiudendole definitivamente, agguantandole o ribaltandole, sono arrivati tutti dall’89’ in poi.

Partiamo dalla gara inaugurale: la Francia padrona di casa, passata in vantaggio con Giroud, viene agguantata da un rigore di Stancu a metà ripresa. Quando il match sembrava avviarsi verso l’1-1, ecco la perla di Payet, al minuto ’89, che regala i 3 punti ai transalpini.

Nel match di sabato sera, l’Inghilterra conduce per 1-0 sulla Russia, grazie alla punizione di Dier al 73′. Quando gli uomini di Hodgson, stavano già assaporando il successo, ecco la doccia fredda firmata Vasili Berezutski, che di testa beffa Joe Hart, in pieno recupero, esattamente al 92′.

Domenica sera, è la volta dei Campioni del Mondo della Germania, che sta avendo ragione, non senza difficoltà, dell’Ucraina, grazie alla rete dell’ex doriano Mustafi nella prima frazione. Finita qui? Neanche per sogno, infatti nel finale entra Bastian Schweinsteiger, che fissa il risultato sul 2-0: minuto 92 ovviamente!

Nel match di ieri sera, la nostra Italia, sta avendo ragione del temibile Belgio, grazie ad una rete di Giaccherini nella prima frazione. Dopo un secondo tempo fatto di grinta, cattiveria agonistica, e dopo aver resistito ai vari tentativi belga, ecco il raddoppio di Graziano Pellè: ovviamente al 92′!

Stasera, toccherà a Portogallo e Islanda giocarsi il match delle 21: riusciranno a sfatare il tabù o ribadiranno la nomea di #EuroCesarini a questi europei?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.