EURO ATALANTA, CHE MANITA SIA! SI VOLA AI SEDICESIMI!

310

Prestazione sontuosa dell’Atalanta in quella che sulla carta (almeno inizialmente) sarebbe dovuta essere la partita più complicata del girone! 5 gol e tanto spettacolo in casa dell’Everton. Matematico l’accesso ai sedicesimi di finale di Europa League!

Atalanta: Bastava un punto. Un punto che non era da dare per scontato, anche se l’Everton sta attraversando una stagione davvero pessima. Di punti ne sono arrivati addirittura 3. Vittoria sofferta? All’ultimo respiro? Macchè. Una partita a senso unico che termina 1-5. Tanto spettacolo e tantissime occasioni per la Dea, che avrebbe potuto chiudere la partita molto prima se non avesse sbagliato molte nitide occasioni, tra cui un rigore col Papu Gomez.

LA FORMAZIONE

L’Atalanta si presenta in campo con un 3-4-1-2 che vede Berisha tra i pali. Davanti al portiere albanese, Toloi, Palomino (al posto di Caldara, non al meglio) e Maiello.  A metà campo, Hateboer e Castagne sugli esterni, mentre al fianco di Freuler viene inserito per dare più copertura rispetto a quella che avrebbe dato Cristante, avanzato sulla trequarti (con l’esclusione di Ilicic). Davanti, la ‘’vecchia’’ coppia Gomez-Petagna.

IL MATCH

PRIMO TEMPO

Il match parte subito bene. E’ un’Atalanta consapevole, disinvolta e molto aggressivo. Il vantaggio non tarda ad arrivare, grazie alla rete da opportunista di Cristante dopo un’ottima percussione dalla destra di Castagne.  L’Everton pian piano si rialza, in particolare creando due occasioni: una con Sandro Ramirez che manda alto da ottima posizione dopo una respinta di Bersiha, e una clamorosa con Davies, che a botta sicuro deve strozzare l’urlo di gioia in gola per colpa di Toloi che salva la Dea sulla linea. Dopo i due spaventi, i nostri ragazzi si riassestano rendendosi pericolosi con qualche piazzato, ma senza incidere troppo. L’Atalanta arriva comunque all’intervallo in vantaggio per 0-1.

SECONDO TEMPO

Quello che accade nel secondo tempo è incredibile. Un’Atalanta fantastica, strepitosa, con una determinazione unica, spazza via l’imbarazzante Everton. Cristante sempre protagonista. Prima si procura (con un grande inserimento) il rigore che poi Gomez fallirà, poi va un paio di volte vicino alla doppietta personale, ma è sfortunato. I padroni di casa vanno completamente in panico su ogni singola palla inattiva a favore, che si trasforma in una potenziale occasione da gol per la Dea. Gol che arriva finalmente al 64° ancora con lo scatenato Cristante, abile di nuca ad appoggiare in rete anticipando tutto sul primo palo a seguito del cross del Papu da calcio d’angolo. Abbastanza a sorpresa, l’Everton (che non sembrava più nemmeno in campo) trova il gol della speranza con Sandro Ramirez con un gran destro rasoiato che termina nell’angolino. I nostri ragazzim però, reagiscono come meglio non potrebbero, e complici anche i cambi azzeccatissimi del Gasp, dilagano nel finale. Ancora Gomez dalla bandierina, respinta corta della difesa inglese. La palla arriva a Gosens che tutto solo, fuori area, ha il tempo per calibrare un magnifico mancino che bacia il palo e finisce in rete al minuto 85. I padroni di casa non ci sono più, e l’Atalanta, grazie alla fame da vero bomber di Cornelius, realizza prima il quarto e dopo il quinto gol nei minuti di recupero.

ORGOGLIO BERGAMASCO… E ITALIANO

Nessuno avrebbe mai pensato, un paio di mesi fa, di riuscire in maniera così agevole di riuscire a passare il girone. Né tantomeno di rifilare 8 reti, tra andata e ritorno, al ‘’povero’’ Everton, grande delusione di questo girone. Ce ne dicevano di ogni… ‘’L’Atalanta abbasserà la posizione del ranking del campionato italiano’’, ‘’L’Atalanta farà la fine del Sassuolo lo scorso anno’’, ‘’Se farà 5 punti in questo girone, sarà un miracolo’’. Nulla di tutto ciò. Abbiamo quasi più punti in Europa che in campionato, per dare un’idea. Stiamo onorando questa competizione come una piccola realtà come la nostra meglio non potrebbe fare. Bergamo è orgogliosa di te, Atalanta! E tutta l’Italia si sta inchinando dinnanzi a te! SEMPRE FORZA ATALANTA!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.