F1 – GP Austria, race analysis

241
La Ferrari di Vettel
Ferrari formula 1 2016

Spielberg (Austria) – Casualità, sfortuna o chi lo sa, in Ferrari ogni volta che tentano una strategia aggressiva la mesta figura è assicurata. Quest’anno doveva essere il genio di Jock Clear, arrivato dalla Mercedes (ex stratega di Lewis Hamilton), a mettere ordine alle indecisioni del muretto Ferrari. Dati alla mano, ha messo ordine perfettamente, non ne ha azzeccata una. Sarà proprio l’uomo giusto per quella sedia? Guardando la gara, io che non avevo dati, telemetrie e droni alieni sulla pista austriaca, al giro 24 e 25 mi stavo chiedendo cosa aspettassero a richiamare ai box Vettel, dal momento che stava perdendo un secondo al giro dalle Mercedes e soprattutto dal momento che per una strategia ad una sola sosta poteva rientrare già dal giro 22 (come Kimi, ndr). Al giro 26 quello che temevo, Vettel a muro sul rettilineo principale e molti beep… beep… beep… tra i tifosi della Rossa. Solo Grosjean ha allungato il primo stint fino al giro 26, ma il suo passo era di quasi tre secondi più lento e gli pneumatici molto meno sollecitati. Ci hanno pensato poi le Mercedes a movimentare la gara nel finale, con una goffa speronata di Rosberg (stile Schumy-Hill o Schumy-Villeneuve) ai danni di Hamilton che lo aveva affiancato e sopravanzato in curva 2, sarà lo stesso Rosberg ad avere la peggio, con l’ala anteriore danneggiata non riuscirà a tenere dietro Verstappen e Raikkonen e si dovrà accontentare del quarto posto finale. Ininfluenti i 10 secondi di penalità inflittigli a fine gara, Ricciardo era parecchio staccato. A differenza di quello che ha dichiarato Arrivabene a fine gara, questa è stata un’altra grande occasione persa dalla Ferrari visto ciò che è successo alle Mercedes. Il campionato è ancora lungo e 57 punti si possono recuperare, ma non con un pacchetto monoposto-squadra che non è in grado di lottare per la vittoria in ogni gran premio. Citazione obbligatoria di merito alla RedBull, per la nuova grafica delle tute dei suoi piloti: mai visto niente di più orribile, Verstappen era visibilmente imbarazzato sul podio.

Domenica si correrà a Silverstone, immagino che ne vedremo ancora delle belle…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.