F1: Lewis Hamilton in pole nel Gran Premio d’Australia

243

Nelle qualifiche del Gran Premio d’Australia sul circuito di Melbourne, Lewis Hamilton conferma di essere l’uomo da battere.

L’anno nuovo si apre così come concluso l’anno vecchio. E’ ancora Lewis Hamilton a condurre le danze facendo segnare la pole position nel Gp d’Australia. Il pilota britannico ha lasciato sfogare durante il Q1 e il Q2 il compagno di squadra Bottas che era sempre stato avanti. Ma nel Q3 ha battuto la concorrenza con un 1:22:188 che lascia tutti dietro.

Battuti ma non abbattuti. E’ la sorpresa più forte è che in prima fila non c’è Bottas, ma Sebastian Vettel. Il pilota ferrarista ha strappato la seconda piazza a Valterri Bottas all’ultimo secondo. Con una differenza di appena 25 centesimi. Male Raikkonen, che chiude comunque quarto, ma a 8 decimi da Lewis Hamilton.

Dietro un abisso, con Verstappen quinto, ma a un secondo e due decimi dalla migliore prestazione. Ancora più indietro Grosjean sesto. Chiudono la griglia dei top ten, Massa settimo, le Toro Rosso di Sainz e Kvyiat e Ricciardo. Il pilota australiano della Red Bull chiude decimo senza tempo per un errore che lo ha portato a distruggere la vettura nella Q3.

Rispettate le attese dei test.

Si ci attendeva molto dalla Ferrari, una riconferma dalla Mercedes, un dislivello delle Red Bull. Previsioni ampiamente confermate. Con Sebastian Vettel che conferma di avere la velocità nel sangue con un giro finale da paura. Due decimi da Hamilton sono un balzo abnorme rispetto al passato. Delude Kimi Raikkonen che rimane lontano in termini di prestazione, senza problematiche di rilievo. Molto bene Bottas, che nonostante sia stato scippato della prima fila all’ultimo secondo, ha dato prova di non essere tappezzeria in Mercedes. Male le Red Bull con Ricciardo a muro e Verstappen nervoso, dietro. Il pilota australiano delude, con un errore non da lui. Il pilota olandese invece, è sembrato costantemente irritato, senza mai essere un pensiero per i quattro davanti.

La sorpresa di giornata per i colori italiani arriva dalla Sauber. Antonio Giovinazzi viene convocato all’ultimo secondo per le qualifiche al posto di Wehrlein che risente ancora dei postumi di un infortunio. Il pilota di Martina Franca ha dato filo da torcere al compagno di squadra Ericsson nonostante i pochi chilometri percorsi su un tracciato nuovo per lui.

Domani partenza alle ore 7.00 per chi usufruisce di abbonamento Sky. Differita Rai dalle 14. E ricordatevi il cambio d’orario, si spostano le lancette avanti di un’ora stanotte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.