Fantacalcio, i top, le sorprese e i flop di inizio stagione

205
ruoli fantacalcio

Sfruttiamo la sosta per fare una bella riflessione, una bella analisi, sui migliori giocatori del fantacalcio, sulle delusioni ed anche sulle sorprese.

I top

Portieri

Szczęsny: come ampiamente prevedibile, il portiere slovacco della Juve è uno dei top sia come rendimento, sia che come fantamedia. Una garanzia.

Difensori

Acerbi: altra garanzia del fantacalcio che non sta deludendo le attese. Voti alti, bonus, gioca sempre: è il centrale di difesa ideale per il fantacalcio.

De Vrij: nettamente il difensore migliore dell’Inter in questo avvio di stagione. Sempre sufficienza abbondante, si trova totalmente a suo agio giocando a 3.

Bonucci: lui, in parte,è una sorpresa, perché ad inizio anno si giocava il posto da titolare con De Ligt (con l’olandese favorito) al fianco dell’inamovibile Chiellini. Poi, il grave infortunio di Chiellini ha cambiato tutto, e Bonucci ha preso le redini della difesa bianconera.

Gosens: era prevedibile che questa fosse la sua annata, ma a metà novembre è già a quota 3 gol. Meglio del previsto.

Kolarov: una macchina da bonus. Gol, assist, voti da urlo. Nettamente il migliore difensore al fantacalcio. Peccato per i due rigori sbagliati.

Centrocampisti

Gomez: il capitano e trequartista atalantino era forse il big per eccellenza del centrocampo all’asta di agosto. In molte leghe, sarà stato il centrocampista più pagato. Sforzi giustificati per il Papu, che sta ripagando chi ha puntato su di lui con prestazioni strepitosi ,con voti altissimi e soprattutto bonus (gol e ancor di più assist) a tutto andare.

Pjanic: lo scorso anno non benissimo al fantacalcio. Quest’anno, con Sarri, era prevedibile invece una sorta di rinascita per lui. Fino ad ora, forse il miglior giocatore bianconero.

Luis Alberto: avvio molto importante per lo spagnolo. Sta facendo benissimo da mezzala, regalando una marea di assist per Immobile e Correa. Uno dei giocatori più importanti in assoluto nella Lazio di Simone Inzaghi.

Nainggolan: su di lui ci poteva essere qualche dubbio, ma non impressiona la condizione fisica e soprattutto mentale che sta dimostrando di avere a Cagliari, squadra che sta facendo molto bene. Il Ninja, nei sardi, è leader indiscusso, sia tecnicamente che nello spogliatoio, e sta regalando magie ai tifosi cagliaritani e a chi lo ha preso al fantacalcio.

Barella: dopo un inizio non semplicissimo, ha iniziato ad ingranare e a prendere per mano il centrocampo nerazzurro. Ottimi voti, un gol e un assist al fantacalcio.

Attaccanti

Lukaku: impatto devastante col calcio italiano. 9 gol per lui: in pochi, nella storia dell’Inter, avevano già raggiunto questa cifra dopo sole 12 giornate. Alla faccia di chi aveva dubbi sul belga.

Muriel: non è, purtroppo, titolare inamovibile. Anzi, sulla carta è panchinaro nell’Atalanta di Gasperini.  Tuttavia, nello spazio trovato fino ad ora, ha realizzato ben 8 reti. Sicuramente un bell’affare all’asta.

Immobile: non ci sono parole per ‘’Ciro il Grande’’. Numeri clamorosi per lui: 14 gol in 12 partite sono qualcosa di assurdo. Inoltre, come se non bastassero tutti questi gol, ha messo a referto anche 5 assist. Tanta, tantissima roba.

Sorprese

Portieri

Musso: eccetto due partite catastrofiche (Atalanta e Roma, in cui ha subito 11 gol) ha avuto fino ad ora un ottimo rendimento, con pochi rete subite e qualche cleen sheet.  Anche un rigore parato nell’ultimo match contro la Spal. Sicuramente una bella sorpresa.

Silvestri: forse li è la sorpresa più clamorosa. L’Hellas è la seconda  difesa migliore della Serie A dopo la Juve, e grosso merito lo deve al suo portiere, che sta facendo molto, molto bene.

Olsen: dopo la scorsa disastrosa stagione a Roma, quest’anno a Cagliari il portiere svedese sta sostituendo molto bene Cragno, con tante cleen sheet e soprattutto prestazioni da urlo. Tra i migliori come rendimento.

Difensori

Cistana: ora è in ritiro con la Nazionale di Roberto Mancini. Pazzesco, pensando al fatto che fino a pochi mesi  fa era quasi sconosciuto. Un ragazzo dal grande futuro davanti a sé.

Kumbulla: difensore dell’Hellas Verona, sta facendo molto bene. In molte leghe sarà ancora svincolato, oppure sarà stato preso a 1. Grande intuizione.

Theo Hernandez: sicuramente meno sorpresa degli altri nomi citati, è però tra i migliori difensori come rendimento e sicuramente uno dei pochi giocatori salvabili nel Milan in questo avvio.

Milenkovic: non è esattamente una sorpresa, ma ogni anno continua a crescere. Inoltre, è già a 3 gol dopo 12 partite e questa sì, è una sorpresa.

Smalling: da quando è arrivato si è preso la difesa della Roma sulle spalle. Si è ambientato subito al meglio. Un buon affare per chi lo ha preso.

Centrocampisti

Kulusevski: fino ad ora è tra i top centrocampisti del fantacalcio. Voti altisonanti, tanti bonus e giocate sopraffine. Si sapeva avesse talento, ma che al primo anno in Serie A avrebbe fatto così bene era tutto da vedere.

Castrovilli: forse la rivelazione più clamorosa di tutto il fantacalcio. Da sconosciuto, viene lanciato titolare alla prima giornata da Vincenzo Montella, senza perdere più il posto. Continuità, quantità, qualità, bei voti ed ora anche bonus. Chi lo ha preso a 1, ha fatto un affarone incredibile.

Sensi: ora è fermo da più di un mese, ma fino a quando ha giocato è stato probabilmente il miglior giocatore dell’Inter. Difficili immaginare un impatto del genere in nerazzurro, pur non essendo ignote le sue ottime qualità.

Miguel Veloso: quest’anno sembra stia rivivendo una seconda giovinezza. Faro del centrocampo dell’Hellas Verona, sta trovando grande continuità e porta spesso ottimi voti oltre che bonus. Un bell’affare low cost.

Mancosu: per lui già ben 5 reti. Rigorista infallibile, è preziosissimo al fantacalcio. Anche lui bell’affare a basso prezzo all’asta.

Attaccanti

Correa: chiaro, si sta parlando di Joaquin Correa, non di uno qualsiasi. Però non era nemmeno scontato prevedere che dopo 12 giornate fosse già a quota 6 gol. Non ha mai segnato così tanto. All’asta sarà stato pagato non poco, ma neanche a cifre folli. Ad oggi, un grande affare.

Joao Pedro: pure lui è a quota 6 gol. Non era mai partito così bene.

Okaka: fino ad ora è nettamente il miglior attaccante dell’Udinese. Molto affidabile soprattutto nei match contro squadre di medio-bassa classifica.

Berardi: già 7 reti per lui, anche se è abituato a partire bene per poi calare. Come partenza, però, nulla da dire. Anche meglio di quello che ci si potesse aspettare.

Simeone: molto molto bene nel sostituire Leonardo Pavoletti. Con Joao Pedro si sta trovando a meraviglia.

I flop

Portieri

Dragowski: ci si aspettava qualcosina in più dopola grande stagione dello scorso anno ad Empoli. Va detto che gioca in una Fiorentina molto spregiudicata, che in fase difensiva concede molto.

Radu: molti i gol subiti dal Genoa, e qualche errore di troppo in questo avvio per il giovane portiere della Romania.

Audero: dopo un inizio disastroso, dopo una valanga di malus, ora con Ranieri la situazione sta migliorando. Rimane tuttavia, fino ad ora, una delusione al fantacalcio.

Difensori

De Ligt: per ora sta faticando molto nel campionato italiano. Tanti rigori concessi per falli di mano, e tante prestazioni decisamente sottotono. Di positivo solo il gol nel derby contro il Torino.

Izzo: al fantacalcio è un big, e da molti all’asta è stato pagato parecchio. Tuttavia, il Torino di Mazzarri sta andando molto male,  difesa in primis. Izzo non sta facendo malissimo, ma da uno come lui ci si aspettano ottimi voti e anche qualche bonus in più.

Koulibaly: per ora appare irriconoscibile. Tante insufficienze e molto lontano dal vero Kalidou che abbiamo potuto ammirare in questi anni.

Skriniar: non un disastro, ma sicuramente neanche bene. Nel centrosinistra nella difesa a 3 di Conte va spesso in difficoltà, e di voti positivi se ne stan vedendo pochi.

Hateboer: lontano parente del treno olandese visto la scorsa stagione. Niente bonus, voti non entusiasmanti.

Centrocampisti

Verdi: senza dubbio il più grande flop. Un disastro, per ora, la sua avventura in maglia granata. Speriamo si possa riprendere, perché in molti hanno puntato su di lui spendendo parecchi crediti.

De Paul: è in ripresa, ma è ancora troppo poco. Un solo gol, un solo assist e anche un’espulsione costata ben 3 turni di squalifica. Ci si aspetta sicuramente di più.

Chiesa: era, e tutt’ora rimane, uno dei big assoluti del centrocampo. Perciò ci si aspetta molto, ma molto di più. Più gol, più assist, più tutto.

Paquetà: male, molto male. E non è nemmeno titolare fisso. A differenza dello scorso anno, per ora sta dimostrando pochissimo.

Rabiot: magari è ancora in fase di rodaggio, può essere, ma per ora solo brutti e voti e anche parecchie panchine. Non il tipico giocatore da fantacalcio, però ci si aspetta comunque di meglio.

Attaccanti

Pinamonti: solo due reti per il giovane ex Inter. La stagione è ancora lunga, ma al momento è una delusione.

Quagliarella: forse il flop più clamoroso. Solo una rete (su rigore) per colui che lo scorso anno vinse il titolo di capocannoniere. Un vero disastro.

Cristiano Ronaldo: i 5 gol fino ad ora realizzati non soddisfano di certo i fantallenatori che lo avranno acquistato a cifre folli. Da uno come lui ci si aspetta il massimo, quasi un gol a partita.

Piatek: altro grande flop, forse però un po’ prevedibile perché con Giampaolo c’entra poco come tipologia di attaccante. Con Pioli, però, non sta mostrando  le risposte che i tifosi speravano.

Boateng: per ora malissimo e probabilmente la situazione non migliorerà. A Firenze non è titolare nel progetto di Montella, e nelle poche occasioni che gli vengono concesse non dà risposte incoraggianti.

Speriamo siate d’accordo con queste valutazione che, ricordiamo, sono solo provvisorie… C’è ancora tutta una stagione davanti! Al prossimo appuntamento!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.