Festa gialla al Mestalla: Soldado, Trigueros e Sansone stendono il Valencia

272

Una chiusura amara per la Liga 2016-17 del Valencia: il submarino amarillo espugna il Mestalla e vince il derby per 3-1, in goal l’ex Soldado

Valencia-Villareal: il prepartita

Nella settimana in cui il Real Madrid vince il 33° titolo di Campione spagnolo, il Valencia aveva in programma il derby con i corregionali del Villareal.
Facciamo gli auguri ai nuovi campioni di Spagna, che hanno battuto i rivali blaugrana dopo una volata avvincente e giocheranno la finale di Champions League contro la fortissima Juventus di Massimiliano Allegri, che a sua volta ha vinto il Campionato Italiano proprio domenica.
Abbiamo parlato del Sottomarino Giallo in questo articolo. Rispetto alla squadra dell’andata manca Pato, volato a giocare in Cina, mentre il Valencia schiera un 4-2-3-1 con Domenech in porta, Gayá, Mangala, Santos e Montoya in difesa, doble pivote con Parejo e Soler, davanti tridente con Nani, Rodrigo Moreno e Joao Cancelo dietro a Zaza.
Il Sottomarino schiera un classico 4-4-2 con Fernández in porta, in difesa Dario, Daniele Bonera, Gonzáles e Jaume Costa, a centrocampo Jonathan Dos Santos, Manu Trigueros, Bruno e Roberto Soriano, davanti Bakambu e Soldado.

Sansone parte dalla panchina, mentre per i padroni di casa pronti a subentrare Alves, il difensore Abdennour, il capitano Enzo Pérez, Santi Mina, Munir el Haddadi, Medrán e Bakkali.

Il primo tempo

48 secondi, pasticcio tra Santos e Montoya, palla a Soldado, ex Valencia nelle stagioni dal 2010 al 2013 in cui fu anche capitano della squadra che, con un tiro preciso all’angolo destro che sorprende Jaume. 1-0 Villareal, sceso con l’intenzione di vendicare la sconfitta dell’andata.

Inizia ad attaccare il Valencia che comprime i gialli nella loro metà campo. Occasioni da una parte per Zaza su cross dalla sinistra di Gayá e di Trigueros su assist dello scatenato Soldado.

Il secondo tempo del match

Secondo tempo: subito occasione per Bakambu che scheggia il palo alla sinistra di Jaume. Ma ecco Rodrigo sulla sinistra, dribbling, cross preciso per la testa di Nani: è il pareggio del Valencia. Esplode il Mestalla.

I gialli non ci stanno e dopo pochi minuti confezionano il 2-1 sull’asse Soriano-Soldado, palla sulla destra a Jonathan dos Santos, tra i migliori dei suoi, cross basso per Trigueros che in scivolata stavolta non basta e segna il 2-1.
Il Valencia subito va vicino al pareggio con Zaza ben imbeccato ancora una volta dalla sinistra. L’ex Juve protesta per una possibile spinta da dietro, il tiro di coscia è fuori sulla destra del portiere del Villareal.

Giro di cambi: entrano Santi Mina, Bakkali e Munir el Haddadi per il Valencia, escono Nani, Montoya e Rodrigo Moreno. Per il Villareal dentro Nicola Sansone, compagno di Zaza nel Sassuolo delle meraviglie, Adrian López e Rodri. Out: gli autori del goal Trigueros e Soldado oltre a Bakambu che uscirà nel finale.

Ultimi spiccioli di gara, il Valencia attacca a testa bassa ma ecco la palla a Sansone che piazza il tiro sulla destra di Jaume. E’ il goal del 3-1 che certifica il quinto posto del Villareal. Delusione a Valencia, si riparte da Marcelino e la società è alla ricerca di un centrale difensivo.

Il nuovo nome è De Vrij della Lazio. Voro andrà nella Dirigenza del club, vicino al Direttore Sportivo Mateu Alemany. Il pubblico ha celebrato il grande lavoro dell’allenatore che ha salvato la squadra dalla retrocessione.

Ora si lavora già per il 2017-18. Se acabó la Liga, Amunt!

Sul prepartita puoi leggere questo articolo

Rivivi l’andata al Madrigal su Destrosecco

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.