Final Six: E se adesso fosse troppo tardi?

268

E se adesso fosse troppo tardi? E se come ci è sempre capitato ci facessero il solito “biscotto”? ( già fatto lo scorso anno), L’Italia batte gli USA 3a1 (25-22; 27-25; 26-28; 25-21)  e adesso dovrà aspettare la sfida tra il Brasile e gli USA per vedere chi andrà a giocarsi la semifinale venerdì 16.

Per rimanere in gioco gli azzurri, dovranno sperare che gli USA non sconfiggano il Brasile per 3-0 o 3-1 oppure potremmo dire addio alla semifinali e penseremo solo a Rio.

Gli azzurri sono scesi in campo come avevamo chiesto, con la testa giusta, con il cuore e con la grinta necessaria e Zaytsev opposto è una gioia in campo per i tifosi italiani, 14 punti per lo Zar, ma il vero trascinatore in campo è stato uno spettacolare Osmany Juantorena (23 punti) che ha dimenticato totalmente i dolori alla spalla ed è tornato la Pantera di un tempo, out così Luca Vettori dopo l’opaca prestazione esibita ieri.

Filippo Lanza ha giocato una buona partita in ricezione, terminando con 9 punti, al centro la coppia composta da Buti e Birarelli (3 e 2 muri a testa)

Gli USA sono stati guidati dal solito Anderson (21) e dal buon Russell (16) ma a cambiare la partita è stato l’ingresso di Jaescke e Smith al posto di Holt e Sander quando l’Italia era avanti 2-0. La partita è stata riaperta ma poi Zaytsev e compagni l’hanno chiusa comunque.

E adesso dobbiamo solo aspettare e incrociare le dita e tifare Brasile!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.