Finalmente il Cesena torna alla vittoria (e non subisce gol)

333
Cesena-Brescia-678x381

Il Cesena supera 1-0 il Brescia grazie al colpo di testa di Gennario Scognamiglio, agganciando così Virtus Entella e Pro Vercelli al terz’ultimo posto

Si doveva vincere e così è stato. Il Cesena non aveva più scuse e, dopo tre pareggi (o meglio, dopo tre vittorie mancate) e una sconfitta, servivano assolutamente i 3 punti per non essere risucchiati dalle posizioni più basse di classifica e perdere terreno con le altre squadre in lotta per non retrocedere. La vittoria tanto sperata è dunque arrivata, e al Cesena è bastato l’1-0 maturato al termine di una partita tutt’altro che esaltante.

Partono meglio gli ospiti, che al 16’ hanno l’occasione di passare in vantaggio con Bisoli, che però da pochi passi spara su Fulignati. Il Cesena cresce col passare dei minuti, andando in vantaggio al 26′ con Scognamiglio, che sugli sviluppi di un angolo battuto da Laribi stacca più in alto di tutti infilando la palla sul primo palo alle spalle di un incolpevole Minelli. Il Brescia subisce e quattro minuti rischia il capitombolo: Jallow si avventa su un pessimo retropassaggio di Coppolaro ma si fa ipnotizzare dall’estremo difensore in uscita disperata. I successivi tiri di Schiavone e Panico conducono alla fine del primo tempo. Nella ripresa il Brescia opera due cambi, ma la squadra di Marino non sembra dare segnali di vita. Il Cesena gestisce comodamente il risultato, salvo un po’ di sofferenza nei minuti finali, ma nel complesso i 3 punti sono ampiamente meritati.

Il Cesena sceso in campo ieri sera ha finalmente dimostrato una solidità difensiva e luciditá mentale che non si vedeva da pareccchio tempo. Non è un caso che le tre vittorie conquistate da Castori siano arrivate quando la squadra non ha subito gol (1-0 contro lo Spezia, 3-0 a Perugia e ora questa). Il Cesena delle ultime partite si era mostrato parecchio propositivo ed efficace in zona gol (prima di oggi 16 reti nelle ultime sei partite), ma allo stesso tempo aveva palesato una fragilità difensiva talmente evidente da impedirgli di portare a casa la vittoria in quasi tutte le partite. Davvero troppe le 17 reti subite nelle ultime 7 partite, serviva un cambio di rotta nella gestione della gara che ieri sera è stato raggiunto, permettendo così ai bianconeri di conquistare 3 punti fondamentali. Ora i romagnoli sono al terzultimo posto, occupato in compagnia di Entella e Pro Vercelli, mentre la Ternana dista due punti e l’Ascoli, ultimo da solo, tre.

SEMrush

Non soltanto la prestazione della difesa è stata la chiave del successo di ieri; pure il centrocampo è stato fondamentale per l’economia della gara, e sia Schiavone che Kone sono stati i migliori in campo per l’immane quantità di palloni recuperati e per il pressing espletato durante l’arco di tutti i 90′ con grande sicurezza e personalità. Degna di nota anche la generosa prestazione di Kupisz, maggiormente nel vivo della manovra bianconera. Unica nota stonata di giornata Jallow, molto più inconcludente del solito e mai capace di far salire la squadra; che sia finito il periodo di forma e torni dunque utile Cacia in quella zona del campo? Il bomber ex Ascoli ieri è tornato nel rettangolo di gioco dopo due mesi di infortunio e il suo contributo alla salvezza (nonostante finora l’attacco bianconero abbia trovato con efficacia la via del gol) non potrà che essere decisivo.

Ora ci aspettano cinque giornate da urlo (Frosinone, Parma, Cremonese fuori; Pescara e Palermo in casa), ma il Cesena ha i mezzi per fare almeno 6 punti e portarsi a quota 23 punti, un bottino da considerare sufficiente visto il difficilissimo inizio di stagione sotto la guida di Camplone, tenendo conto che i bianconeri lo scorso anno avevano chiuso il girone d’andata con appena 21 punti. La trasferta di Frosinone sarà durissima, ma i ciociari è da 7 partite che subiscono gol perciò mai dire mai..


Articolo in collaborazione con www.cesenamio.it – Testo di Matteo Magnani
Immagine tratta dal sito www.legab.it

Previous articlecampionato Primavera: il commento della decima giornata
Next articleGenoa: quadrato, pratico, buono
Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Tifo Blog. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio (www.cesenamio.it) e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all'amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.