Fiorentina, la vittoria fa 90

223

Ieri sera, al Franchi, la Fiorentina ha vinto la prima gara in casa davanti ai suoi tifosi, nella serata che ha visto la sfilata delle “vecchie glorie” che hanno vestito la maglia viola, in occasione del 90° compleanno della società gigliata.

Festeggiamenti ridotti per solidarietà alle vittime del terremoto che ha colpito il Centro Italia la scorsa settimana.

Tornando alla partita, era obbligatorio vincere e convincere soprattutto dopo la sterile prova offerta allo Juventus Stadium.

Per Sousa sono arrivate le prime conferme: forse la più importante è che quest’anno si può giocare con più moduli in funzione dell’avversario che si ha di fronte. Ad esempio, contro una squadra come il Chievo, possiamo passare alla difesa tre per avere un uomo in più a centrocampo
Parlando dei singoli, ottimo impatto di Sanchez, che oltre il gol ha offerto una prova maiuscola se pensiamo anche che dopo pochi minuti, causa infortunio di Vecino, gli schemi sono cambiati. In difesa non si è sentita la mancanza di Gonzalo complice anche uno Chievo rinunciatario, Alonso non è indicato per giocare così indietro: è probabile a questo punto che in caso di offerta di 20 Mln lo spagnolo possa partire.

Capitolo Bernardeschi: il ragazzo va aspettato perché ha iniziato in ritardo la preparazione, però quest’anno deve esplodere il suo talento, senza che il numero 10 diventi un peso troppo grande per lui.
La classifica è la stessa dell’anno scorso quindi possiamo aspettarci ancora tanto da questa squadra sia in Italia sia in Europa con la speranza che questa settimana il mercato regali al tecnico quei due tasselli necessari per lottare su tre fronti.

90 anni e non sentirli…. tanti auguri Fiorentina

A cura di Roberto Brivio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.