Formula 1: A Baku, si impone Rosberg

218

Nell’ottavo round della Formula 1, sul circuito cittadino di Baku, sinfonia solitaria di Rosberg che annienta la concorrenza.

Era un circuito nuovo per tutti, quello di Baku, in Azerbaigian, ma la storia rimane sempre la stessa. E’ Nico Rosberg ad imporsi nel Gran Premio d’Europa (?), come primo vincitore della storia sul nuovo circuito cittadino della città azera, e a rifiatare in classifica generale dagli attacchi del compagno di squadra, Hamilton.

Il pilota della Mercedes domina dall’inizio alla fine, staccando di gran lunga il primo degli inseguitori, a suon di giri veloci con solamente un momento di appannamento nel sorpasso di alcuni doppiati che hanno fatto vivere un giro di suspance ai suoi sostenitori. Seconda è la Ferrari di Sebastian Vettel, che nonostante tutte le problematiche avute dal venerdì, risolte parzialmente ieri in qualifica, riesce a portare a casa un risultato inizialemente difficile e insperato. Terzo posto per Sergio Perez, che riesce ancora a esaltarsi su un circuito cittadino così come accaduto a Monaco. Quarto posto per Raikkonen, con la seconda Ferrari. Solo quinto per Lewis Hamilton, che ha totalmente deluso, anche in base ai problemi rilevati dopo il pit-stop, con i pilota britannico, che non riusciva a risolvere i problemi relativi ad un manettino che doveva garantirgli più potenza. Delusione Red Bull, al quale è mancata totalmente la velocità con Ricciardo settimo e Verstappen ottavo.

A discapito delle aspettative e dopo le gare della Gp2, non sono apparse safety-car per via di incidenti. Ancora un ritiro per Fernando Alonso, costantemente a picco con la sua McLaren Honda.

Soddisfazione in casa Ferrari, con Arrivabene ottimista, che vede le Mercedes vicine, nonostante il gap ravvisato nella corsa odierna.

La classifica iridata torna a sorridere al tedesco della Mercedes, che allunga su Hamilton, dopo tre gare costantemente sottotono. Accorcia Vettel, che gara dopo gara, cerca di approfittare delle defezioni degli avversari.

Prossimo appuntamento, tra due settimane, col Gran Premio di Austria, sul vecchio A1 Ring.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.