Froome vince, ma non stravince, la crono di Logrono

292
Froome a Logrono

VUELTA A ESPANA – Come nelle previsioni della vigilia, Chris Froome vince la cronometro individuale, ma Nibali si difende alla grande (3°) e resta in corsa

Con il ritiro di Rohan Dennis alla vigilia della tappa, Chris Froome era praticamente il favorito unico della tappa ed il capitano del Team Sky non ha deluso le attese. Partito con relativa calma, la maglia rossa ha accelerato progressivamente lungo i 40 chilometri del tracciato ed alla fine nessuno ha potuto tenere il suo ritmo. Una vittoria nettissima, che però non uccide la Vuelta, visto che i suoi avversari si sono superati: incredibile la prestazione di Vincenzo Nibali, probabilmente alla miglior crono della sua carriera, che cede 57″ e resta a 1’58” in classifica generale. Ma vanno molto bene anche Kelderman, Zakarin e Contador, per la gioia del pubblico che potrà ancora godere di 4 tappe combattute e spettacolari.

Ordine di arrivo 16^ tappa

Rivedi qui il racconto e l’ordine di arrivo della 15^ tappa >>> Froome indenne anche in Sierra Nevada. Domani la crono…

17^ Tappa: Villadiego – Los Machugos (km 180.5)

La terza decisiva settimana di corsa ha preso il via con la cronometro individuale che ha assestato la classifica, ma non mancano le difficoltà ed i tranelli sulla strada che porta a Madrid. Il primo è rappresentato da questa tappa di media montagna che ha nei 30 chilometri finale il suo piatto forte. Non farà infatti selezione il Portillo de la Lunada (2^ cat.) troppo lontano dal traguardo, mentre i successivi gpm decideranno la tappa e potrebbero anche modificare la classifica. Il Puerto de Alisas (1^ cat.), a 18 km dall’arrivo prevede una pendenza media del 6% lungo i 10 chilometri di salita, ma con ogni probabilità saranno la successiva discesa e l’Alto de los Machugos (cat. especial) nel finale ad operare la definitiva selezione: saranno infatti 7.2 km di ascesa al 8,7% di pendenza media, con muri che arrivano addirittura al 26%…


Foto di Tim De Waele / TDWSports tratta dal sito www.cyclingnews.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.