Futuro Berardi: la uno, la due o la tre?

264

Il caso Berardi tiene banco con l’intrigo Sassuolo-Juventus-Inter. Dove giocherà il talentuoso attaccante nella prossima stagione?

La querelle sul futuro di Domenico Berardi sta tenendo banco da diversi giorni, con capovolgimenti e colpi di scena degni di una telenovela. A me però piace immaginarla più come un quiz televisivo, un grande classico della nostra televisione. A condurre, naturalmente, chi se non il re dei quiz: il compianto Mike Bongiorno.

Mike: “Allora Domenico, scegli la uno, la due o la tre?”

Berardi: “E’ una scelta difficile, Mike. La uno mi alletta, perché la Juventus vince incontrastata in Italia da anni e vuole conquistare l’Europa, ma è anche vero che giocherei poco. La due è quella che mi lascia più certezze, perché al Sassuolo sto bene. Ora giocheremmo anche in Europa, ma arriva il momento di fare il grande salto. La tre è l’opzione del cuore, sono tifoso dell’Inter, e lì giocherei spesso, anche se non è la squadra più stabile del mondo e io non voglio diventare il nuovo Kovacic.”

Mike: “Capisco Domenico, ma allora cosa scegli?”

Berardi: “Mike, giro la ruota”

Mike: “Ma questo è il Rischiatutto!”

Berardi: “Ah, allora compro una vocale dai.”

Mike: “Allegria!”.

Questioni regolamentari a parte, si stanno spendendo tante parole in merito da tutte le parti, ma di concreto non si muove nulla. Da Sassuolo lasciano intendere che il ragazzo non si muove perché la società ha già monetizzato da altre uscite (Vrsaljko, ndr) e non si vuol perdere competitività. Dall’Inter confermano l’interesse, lanciando la sfida ai bianconeri, senza però troppi affanni. La strategia è chiara: se non Berardi, Candreva, e viceversa. Da Torino parla Marotta, che da perfetto Don Rodrigo si pronuncia in merito con un perentorio “Questo matrimonio (Berardi-Inter) non s’ha da fare”. Attendiamo la risposta ufficiale di Renzo, pardon, Ausilio.

Fortuna che a mettere chiarezza ci pensa l’agente del giocatore. Lunedì il ragazzo resta a Sassuolo. Martedì spetta alla Juventus decidere. Mercoledì l’interesse dell’Inter è concreto e va tenuto in considerazione. Giovedì il Sassuolo non vuole privarsene. Venerdì il tifo non è un fattore determinante per un professionista, quindi la Juve resta l’opzione più concreta. Sabato al cuor non si comanda. Domenica per fortuna riposa.

Quale sarà dunque il futuro di Domenico Berardi? Chi la spunterà fra le tre pretendenti?
Io la verità la so, ma posso svelarvi solo un indizio: sarà una squadra con la maglia a strisce.

Previous articlePortogallo: Cristiano Ronaldo leader mancato
Next articleMilan mercato: Lapadula erede di Bacca?
Interista; considero il calcio un divertimento, e come tale non va preso troppo sul serio. Così come i miei articoli. Non credo nelle autodescrizioni. Non puoi chiedere a qualcuno di descriversi oggettivamente. Non può, per natura. Quando ci guardiamo allo specchio, ad esempio, ci vediamo 5 volte più belli di quello che in realtà siamo. Ecco perchè hanno inventato le foto. Poi sono arrivati il fotoritocco, Instagram e i filtri, ma per fortuna abbiamo ancora la fototessera sui documenti. Dicono che un ladro non ammetterebbe mai di essere un ladro. Ma io non sono mica un ladro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.