Gattuso: il “ringhio” del Diavolo

264
ringhio

Non l’avrei mai detto, ma forse aveva ragione il nostro vecchio presidente nel dire che “il Milan va guidato e affidato ai milanisti”, milanisti come Gennaro Gattuso.

Se proprio abbiamo esigenza di dirlo dobbiamo dirlo a bassa voce: il Milan sembra aver trovato la cura alla sua goffaggine di inizio stagione. Ai ragazzi, dopo la gestione Montella, serviva una botta di adrenalina per far ripartire il meccanismo inceppato. L’antidoto era già in casa e si chiamava Gennaro Gattuso. Il calabrese, prima con il suo ardore e con la grinta, poi con i suoi accorgimenti tattici, ha saputo ridare un’identità ad un’accozzaglia di persone.

Lo dicevano in molti, tra cui il sottoscritto, che, in un anno di cambiamento, bisognava lasciare una base certa sulla quale costruire il futuro. La base doveva essere il modulo tattico che l’anno scorso ha portato la qualificazione all’Europa dopo tanti anni bui.

SEMrush

Altro punto di riferimento doveva essere l’uomo alla guida della squadra e Montella ha dimostrato che non era all’altezza del compito. Nessuno avrebbe scommesso un euro su Gattuso, soprattutto dopo il pareggio alla prima uscita contro il Benevento (con miracolo di Brignoli tra l’altro); eppure lo scugnizzo calabrese ha fatto un vero e proprio miracolo.

Sono arrivati risultati su risultati e per la prima volta in stagione il Milan ha inanellato tre vittorie di fila in campionato, ha battuto l’Inter nel derby qualificandosi alle semifinali di Coppa Italia e ha ricominciato a sperare nella Champions, Roma e Inter permettendo.

L’allenatore calabrese ha tracciato il percorso e adesso tocca mantenere la velocità di crociera per riprendere le inseguitrici. Nessun passo falso, a cominciare da sabato a Ferrara, contro una Spal sempre ostica. Poi riparte il sogno Europa League che, a mio avviso, si potrebbe anche vincere con un pizzico di fortuna.

La caccia è, finalmente, aperta. Il Diavolo ha cominciato a ringhiare.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.