Genoa, alla scoperta di Hiljemark

235
Finalmente è arrivato. Non sarà Iniesta (per carità, non lo chiediamo di certo) ma Oscar Hiljemark è un buon acquisto sia dal punto di vista tecnico che economico. Lo svedese arriva dal Palermo in prestito con obbligo di riscatto fissato a 2,5 milioni e vista l’età e le potenzialità del giocatore si tratta di un ottimo investimento. Arrivato in Sicilia l’anno scorso, il classe ’92 ha vissuto da protagonista la sua prima stagione italiana confermando quanto di buono fatto aveva fatto intravedere nei primi campionati disputati con la maglia del Psv Eindhoven mentre nell’ultima stagione olandese fu condizionato da alcuni problemi alla schiena. Hiljemark è un centrocampista dinamico con buone doti tecniche abbinate ad una buona visione di gioco. Incursore o trequartista di nascita, a Palermo è stato spesso schierato come regista, ruolo nel quale probabilmente riesce ad esprimere al meglio le proprie qualità. Nonostante la giovane età possiede già una discreta esperienza internazionale grazie alle 15 presenze in nazionale svedese e all’Europeo under21 vinto nel 2015. In un centrocampo a 4 Hiljemark avrà bisogno di essere affiancato da un incontrista mentre, se Juric optasse per un 3-5-2 potrebbe giocare con Rigoni e uno tra Veloso e Cataldi, quando si saranno ristabiliti dai loro rispettivi infortuni. Sembra invece difficile vederlo coesistere con il portoghese senza il sussidio di un’altra mezzala.
Per colmare il vuoto lasciato da Rincon, inoltre, il grifone sembra vicino all’acquisto in prestito biennale con diritto di riscatto e controriscatto di Callegari dal Psg. Si tratta di un giovane interessante che abbina doti da incontrista ad una buona capacità di costruire gioco, tanto che nelle formazioni giovanili francesi ricopriva anch’esso il ruolo di regista. Al pari di altri giocatori arrivati in questa sessione di mercato sembra però difficile che l’Italo-francese possa essere pronto fin da subito per una maglia da titolare (si tratta di un classe 1998).
Hiljemark invece sarà probabilmente utilizzato fin dal primo minuto a Firenze dove sarà l’unico centrocampista di ruolo presente insieme a Cofie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.