Genoa-Napoli: vince il Napoli la partita di pallanuoto

312

A Marassi sembra di vedere il match tra Pro Recco e Posillipo valido per il massimo campionato di pallanuoto, ed invece è una partita di calcio: Genoa – Napoli 1-2.

Sintesi di Genoa-Napoli

Il Napoli, nel primo tempo, parte bene e tiene il pallino del gioco, con il palo di Insigne nei primi minuti che fa sperare in un match meno complicato di come effettivamente sia stato. La squadra di Juric, a sua volta, è molto organizzata e riesce a contrastare la compagine azzurra senza troppo affanno.

Al 19′ cavalcata sulla destra di Romulo, colpo di testa di Kouamè e Genoa in vantaggio.

Il Napoli accusa il colpo ed iniziano a crearsi azioni pericolose da una parte e dall’altra senza produrre altre reti.

Nel secondo tempo, Ancelotti cambia le carte in campo, toglie Milik e Zielinski, poco consistenti, col centrocampista polacco che in fase difensiva non dà il giusto supporto, e mette dentro Mertens e Fabian Ruiz. Mossa che si rivelerà vincente.

Genoa-Napoli: sospesa

Il protagonista dei primi minuti del secondo tempo è la pioggia che, incessante, si abbatte su Genova e rende impraticabile il campo di gioco, costringendo l’arbitro Abisso ad interrompere l’incontro al 58′. Pochi minuti dopo l’interruzione, smette di piovere e si iniziano a verificare le condizioni del campo. Dopo una decina di minuti si riprende a giocare in un campo al limite del proibitivo.

Il Napoli, che tecnicamente è superiore alla squadra avversaria, dovrebbe essere penalizzato dalla situazioni ed invece riesce a macinare gioco.

Al 62′ grandissima azione del Napoli con Fabian Ruiz, che da vero centro-boa, trova il pari! Ora ci credono, questa partita si può vincere.

La moviola sul caso Biraschi

Al 85′ da una punizione scaturisce l’autogol di Biraschi e si completa il sorpasso azzurro. Veementi le proteste dei rossoblu, che lamentano un’azione di disturbo in area, ma l’arbitro convalida la rete e noi tifosi azzurri possiamo finalmente gioire. Ultimi tentativi disperati da parte dei giocatori di casa, ma il Napoli tiene bene e non c’è più tempo.

Al 94′ Game Over!

Man of the match or of the rain?

È ancora lui Fabian Ruiz! Oltre al gol, ha dato maggior equilibrio alla squadra, garantendo un’ottima qualità in fase di costruzione ed un’altrettanta capacità di copertura in fase difensiva. I giocatori genoani non sono riusciti a fermarlo, nemmeno strappandogli la maglia. Così come la pioggia, anche lui si abbatte su Genova e sul Genoa.

A breve, oltre ad Allan, Insigne e Koulibaly, sarà uno dei titolarissimi di questo Napoli. Infatti lo spagnolo, oltre ad essere diventato un uomo-spogliatoio, ha personalità da vendere!

Turn over moderato

In questo momento delicato del campionato, Ancelotti sta effettuando un turn over moderato, affidandosi a quei giocatori che garantisco un certo tipo di resa ma, probabilmente, dopo la sosta, con avversari di calibro minore potremmo tornare a rivedere qualche giocatore con minutaggio più basso.

Napoli: mentalità da Big?

Fino ad ora la squadra di Ancelotti dà quella sensazione di aver completato quella maturazione che serve per dare battaglia fino all’ultimo alla capolista Juventus. Sia in campionato che in coppa, ha mostrato personalità ed è riuscita spesso a ribaltare un risultato sfavorevole. Infatti, sembrano ormai lontane le scuse degli anticipi di campionato, di campi impraticabili ed ora siamo noi a mettere pressione ai nostri avversari.

Ora ci aspetta un turno di riposo in vista della Nazionale. Due settimane lontano da quell’adrenalina, che solo la squadra azzurra può darci. In attesa di Napoli- Chievo del 25 Novembre, oggi ci godiamo gli altri match di questa domenica.

#ForzaNapolisempre

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.