Genoa, ha ragione Preziosi

253
Incommentabile. Non bisognerebbe dire altro sulla partita di domenica. Una partita che il Genoa avrebbe sicuramente vinto nonostante una prestazione (fisiologicamente comprensibile) al di sotto delle precedenti. Peccato che il grifone non si sia dovuto scontrare soltanto con il Pescara ma anche, e soprattutto, con l’arbitro Irrati. Prestazione imbarazzante quella del fischietto fiorentino e dei suoi collaboratori: rigore netto ed espulsione di Zampano non vista nel primo tempo, secondo giallo ad Edenilson forzatissimo, fallo gigantesco su Pandev non fischiato con conseguente reazione ed espulsione del macedone (a proposito, un altro rosso per proteste dopo quello a Veloso, probabile che i giocatori rossoblu conoscano più insulti di quelli della altre squadre, da sempre liberi di protestare senza alcun freno). Insomma, chi più ne ha più ne metta.
Il presidente dell’Aia Nicchi ha criticato Preziosi per le seguenti dichiarazioni nel dopo-gara: “Non è possibile un arbitraggio del genere, è inaccettabile. Ci sono un rigore e una espulsione dopo un minuto e l’arbitro era piazzato, una serie di ammonizioni nei nostri confronti da rivedere e due espulsioni. Questo qui è un matto. Non ho mai visto arbitrare in questa maniera ma è sistematico quello che ha fatto. Ho un rigore e un’espulsione, la palla l’ha tirata via con la mano: la partita sarebbe finita lì. Un arbitro del genere deve andare a casa, quello che è accaduto dopo un minuto è clamoroso ed ha fatto finta di non vederlo“. Il patron rossoblu ha inoltre sottolineato l’inutilità dei giudici di porta, mai davvero di aiuto al direttore di gara. Forse Nicchi dovrebbe spiegare perché il patron rossoblu ha, secondo lui, torto. Non lo farà mai. Perché in un’epoca nelle quali le telecamere ci permettono addirittura di entrare negli spogliatoi agli arbitri non è ancora possibile rilasciare interviste nel post partita. Se un allenatore sbaglia una sostituzione è tenuto a dare le sue motivazione davanti alle TV di tutto il paese. Se l’arbitro sbaglia ogni sua decisione no. Se a commettere degli errori è un allenatore paga con l’esonero, se è un giocatore paga con la panchina, se è un arbitro non succede niente. E allora si, caro Nicchi, ha ragione Preziosi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.