Genoa, sembrava un film già visto

335

Pronti, via e 2-0! Alzi la mano chi, esultando incredulo, non ha pensato nemmeno per un attimo al 3-1 dello scorso anno. Nessuno?

In effetti sembrava lo stesso film. Peccato che sia cambiato il finale. Troppa la differenza tecnica tra il Genoa e la Juventus, sopperita solo in parte da una prova di cuore dei ragazzi di Juric.

Sulle fasce Lazovic e Laxalt hanno commesso diversi errori ma sono stati encomiabili per corsa e applicazione, il serbo in certi momenti della gara si è addirittura trasformato in un difensore centrale aggiunto per coprire le avanzate dei campioni d’Italia.

In mezzo al campo meglio Veloso di Bertolacci che, dopo un buon primo tempo, ha disputato una ripresa molto sottotono perdendo diversi palloni importanti.

>> Scopri tutti i dettagli sul sito ufficiale <<

La sensazione, confermata dal mister, è che in mezzo manchi ancora un incontrista, sarà indispensabile acquistarlo in questi giorni per garantire maggiore copertura alla difesa.

Finché la tenuta fisica ha retto il grifone è riuscito a contenere e sorprendere i bianconeri anche grazie ad un Pandev che nel primo tempo è sembrato essere tornato quello del triplete interista. Galabinov come a Reggio Emilia è piaciuto e ha combattuto vincendo quasi ogni duello aereo nel primo tempo salvo calare vistosamente nel secondo. Taarabt è in miglioramento ma sembra non avere più di dieci minuti di autonomia. A sorpresa ha fatto il suo esordio Gianluca Lapadula, entrato nei minuti finali dando l’impressione di poter presto diventare un grande punto di forza per questa squadra.

Certamente la sosta sarà di aiuto e la speranza è che tra due settimane i rossoblu riescano a mantenere la necessaria brillantezza per quasi tutti i 90 minuti.

Un anno fa il Genoa era sicuramente più avanti dal punto di vista atletico ma, considerando il proseguo della stagione, non è detto che questo sia un male, anzi. Probabilmente Juric ed il suo staff hanno imparato la lezione e hanno impostato la preparazione in modo diverso.

Ora aspettiamo la fine del mercato

Adesso gli ultimi giorni di mercato, come ogni anno, terranno sulle spine i tifosi rossoblu, abituati ad assistere a qualsiasi movimento sia in entrata che in uscita. La sensazione è che acquistando il famoso centrocampista (Sturaro resta una pista ai limiti dell’impossibile) ed un’alternativa a Pandev il grifone andrebbe incontro ad una stagione sulla carta molto tranquilla. Tutto questo in attesa degli sviluppi societari che a settembre dovrebbero avere il loro epilogo in un senso o nell’altro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.