Genoa, serve raziocinio

329
Il Genoa ha conquistato in dieci giorni 4 punti, il doppio di quelli ottenuti in precedenza. Eppure questo non ha fatto diminuire le critiche rivolte a tecnico e giocatori. Come sempre, nel bene e nel male, il pubblico rossoblu non sa essere razionale.
Domenica alle 14:59 chiunque avrebbe firmato per un pareggio al Meazza, dopo il match contro il Milan Juric è stato accusato di non aver fatto abbastanza per cercare la vittoria considerata l’espulsione di Bonucci. Vero, la superiorità numerica avrebbe consentito di osare di più ma le sostituzioni, per quanto discutibili, sono state effettuate in questo senso. Lo stesso tecnico croato ha spiegato che la sua squadra ha pagato gli innumerevoli errori tecnici, talvolta banali, commessi in fase di possesso.

La partita di mercoledì

Contro il Napoli, invece, era possibile aspettarsi di più? Mente chi dice di si. Ad oggi i partenopei hanno una capacità di impadronirsi della gara che consente loro di dominare il gioco contro chiunque, figuriamoci contro il Genoa. Il grifone ha fatto la gara che doveva fare: con intelligenza ha difeso bene  e ha punto la retroguardia avversaria al massimo delle proprie possibilità. I cambi del secondo tempo sono stati dettati dalla scelta tattica di giocare a coppie, soprattutto a centrocampo: Veloso-Hamsik, Bertolacci-Zielinski e Rigoni-Diawara. Questo approccio, a mio parere condivisibile, ha dato a tratti i suoi risultati ma è stata fisicamente molto dispendioso per la seconda linea rossoblu.

Adesso arriva il momento decisivo

Nonostante lo scontato dominio della squadra di Sarri, i rossoblu con un po’ di fortuna avrebbero addirittura potuto pareggiare un match improbo dimostrando, ancora una volta, di sapere affrontare le grandi squadre uscendo sempre a testa alta. Peccato però, che i punti vadano conquistati nelle partite contro squadre alla portata e, in questo senso, saranno fondamentali le trasferte di Ferrara e Crotone intervallate dal derby.

Che fine ha fatto Centurion?

Nelle ultime tre gare nella lista dei convocati non è mai apparso Ricardo Centurion, arrivato in estate grazie ad un’operazione di circa 4 milioni, molto onerosa per le casse del Genoa. I dubbi sul giocatore, che nel frattempo si è sempre allenato regolarmente a Pegli, permangono ma è lecito chiedersi: al di là dell’aspetto caratteriale, siamo sicuri che l’argentino non possa, almeno a gara in corso, dare un contributo maggiore di un Ricci, apparso finora inadatto alla serie A? Ai posteri l’ardua sentenza, intanto godiamoci Taarabt.
Fonte immagine: Pianetagenoa1893.net

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.