Genoa, ti giuro (non) conta la partita

324
abbonamenti Studio Samo
Genoa sei tutta la mia vita, Genoa sarò sempre con te! Ti giuro non conta la partita, ti giuro mi basta star con te!” Questo coro della gradinata Nord esprime in poche parole il concetto di genoanità, una passione fortissima che anche domenica ha spinto più di 1700 tifosi a seguire la propria squadra in trasferta colorando di rossoblu la piccola Ferrara. 1700 persone che, nonostante la situazione di classifica, si sono ancora una volta dimostrate indissolubilmente legate a questa maglia. 1700 grifoni che, anche di fronte ad una sconfitta pesantissima poiché maturata in uno scontro diretto per la salvezza, hanno scelto di continuare a sostenere la squadra consapevoli che mai come ora c’è bisogno di restare uniti. Mai come ora c’è bisogno di superare ogni ostacolo perché sabato arriva LA partita.

La Sampdoria arriva favorita

Inutile girarci intorno, forse mai come ora (negli ultimi anni) il Genoa arriva al derby da netto sfavorito visto che la Sampdoria sta macinando gioco e risultati. I blucerchiati hanno condotto un mercato intelligente in estate incassando tanto e acquistando giocatori validi e adatti al gioco di un ottimo allenatore come Marco Giampaolo, probabilmente il principale punto di forza della Samp.

Juric in bilico

Di contro in casa rossoblu la panchina di Ivan Juric è sempre più in bilico e un risultato negativo sabato lo condannerebbe all’esonero. Nella notte post Ferrara la figura del tecnico croato era già stata parecchio messa in discussione tanto che i nomi di Ballardini, Reja e Oddo sembravano molto caldi. Alla fine la società, che sembra aver perso la fiducia nel suo allenatore, ha scelto di andare avanti così per cercare di rialzare la testa nella stracittadina.
Anche contro la Spal il Genoa si è dimostrato povero di idee appellandosi troppo alle giocate individuali di Taarabt e creando veramente poche occasioni da goal.
La speranza è che il grifone contro la Sampdoria mostri lo stesso atteggiamento visto contro le grandi ovvero quel genere di squadre che provano ad imporre il proprio gioco. Anche i blucerchiati sono abili in questo, seppur con ovvie differenze tecniche rispetto alle big, e i rossoblu potrebbero decidere di giocare una partita attendista provando a ripartire poi in contropiede.

Tutto in una notte

Difficile sapere se la conferma di Juric sarà o meno una decisione corretta, ma di sicuro il derby rappresenta la cosiddetta ultima spiaggia per lui. Il suo Genoa ha già perso troppe gare di assoluta importanza. Questa volta, caro Vecchio Balordo, non ascoltare il coro dei tuoi tifosi. Questa volta ti giuro che conta la partita.
Fonte immagine: Buoncalcioatutti.it
abbonamenti Studio Samo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.