Genoa, Veloso e la scelta che divide

260

“Sono sicuro di aver fatto la scelta più giusta, e non solo a livello sportivo. Farò il mio meglio per aiutare la Società e i miei compagni. Forza Genoa”. Così, nella serata di venerdì, Miguel Veloso ha annunciato il suo ritorno al Genoa. Un acquisto che ha suscitato opinioni contrastanti nella tifoseria rossoblu: c’è chi non lo approva e chi, come me, lo ritiene un ottimo colpo. La critica che viene mossa al giocatore è basata sulla sua bassa velocità di gioco, i “contrari” sostengono che “un giocatore che cinque anni fa faticava nel campionato italiano poiché costantemente sovrastato in velocità adesso non può che essere peggiorato”. Plausibile, ma c’è un “ma“. Anzi, due. Il primo è dato dalla squadra che giocherà intorno a lui: nella sua prima avventura non era quasi mai stato affiancato da giocatori di corsa mentre adesso avrà a fianco Rincon in un centrocampo composto da due centrali (in un 3-4-3 o in un 4-2-3-1) e eventualmente anche Rigoni in un 3-5-2. Il venezuelano potrebbe compensare le lacune di Veloso lasciandogli maggiori libertà in fase di costruzione. Inoltre, sulla sinistra, c’è un giocatore come Laxalt in grado di supportare ulteriormente le prestazioni del portoghese.
Il secondo “ma” riguarda l’atteggiamento: il tecnico Juric era già stato compagno di Miguel e in queste prime settimane ha più volte elogiato la voglia e la disponibilità messe in mostra dall’ex Dinamo Kiev. Insomma, a mio avviso, quello di Veloso va considerato un ottimo acquisto perché alza notevolmente il tasso tecnico del centrocampo rossoblu. Molti accusano Preziosi di averlo tesserato soltanto per motivi di parentela ma, ammettendo che abbia influito, certamente questa volta ha avvantaggiato il grifone: in fondo la figlia Paola non ha sposato un Mamede qualsiasi. Miguel sarà lento, vero, ma non più di quel Tachtsidis che a metà della scorsa stagione era tanto apprezzato da buona parte della tifoseria che ne richiedeva un utilizzo più frequente. Poi si sa, solo il tempo potrà dirci di più, ma il ritorno di Veloso, in queste condizioni potrebbe davvero essere di aiuto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.