Genoa, da Veloso a Pinilla: il punto sul mercato

208
E’ ormai ufficialmente partita la stagione del Genoa: Juric e i suoi ragazzi hanno già iniziato la preparazione ma nel frattempo la società è al lavoro per completare l’organico. Dopo aver chiuso per Gentiletti, difensore classe ’85 proveniente dalla Lazio, che rimpiazzerà De Maio, la linea difensiva sembra essere già definita. Ipotizzando che il tecnico croato opti per il 3-4-3 davanti a Perin dovrebbero esserci Izzo, Burdisso e Munoz con l’ex biancoceleste e Marchese pronti a dare una mano con la propria esperienza. Quest’ultimo, però, nelle ultime ore è stato richiesto dal Bari e potrebbe anche partire. Dal centrocampo in su invece ci sono maggiori dubbi: a questa squadra sembrano mancare un esterno destro basso, uno alto, un regista e un attaccante di riserva. Sulla corsia di destra, per sostituire Ansaldi, non mancano le alternative ma nessuna di queste sembra dare le giuste garanzie: Cissokho, Fiammozzi e Rosi. Il primo ha già dimostrato di non poter giocare a certi livelli nonostante le buoni doti fisiche, non supportate però da qualità tecniche e tattiche. L’ex Frosinone è l’elemento di maggiore esperienza ma nella sua prima esperienza rossoblu non aveva di certo brillato, probabile comunque che gli venga concessa una chance. Fiammozzi invece nel corso dell’ultima stagione aveva lasciato intravedere buone qualità e potrebbe conquistarsi un posto da titolare. A mio avviso però, sarebbe utile affiancargli un giocatore esperto in modo da non caricarlo di eccessive pressioni. Nelle ultime ore circola con insistenza il nome dell’empolese Luca Bittante, valutato poco più di un milione. Sulla corsia opposta invece il grifone è abbondantemente coperto con Laxalt e il rientrante Renzetti che sembrano dare le giuste garanzie. In mezzo a Rincon (tolto dal mercato dal presidente Preziosi) e a Rigoni, dovrebbe aggiungersi Dzemaili che in settimana potrebbe svincolarsi dal Galatasaray per approdare definitivamente in rossoblu dopo il prestito dello scorso anno. Tachtsidis potrebbe andar via mentre per quanto riguarda Ntcham l’idea del neo tecnico rossoblu è quella di rilanciarlo nel ruolo di trequartista. E il regista? La società sembra non particolarmente interessata a un acquisto in questo settore del campo ma a sorpresa potrebbe profilarsi un acquisto a parametro zero: Miguel Veloso. Inizialmente il portoghese si era aggregato al gruppo soltanto per mantenersi in forma dopo essersi svincolato dalla Dinamo Kiev e non aver trovato un accordo con il Monaco. Ma, negli ultimi giorni, Juric si è pubblicamente complimentato con il giocatore per la voglia e l’atteggiamento lasciando trasparire una certa soddisfazione nell’allenarlo. Chiaro, l’accordo sarebbe difficilissimo  per motivi di ingaggio ma in questo caso l’aspetto familiare potrebbe incidere e spingere il portoghese ad abbassarsi lo stipendio pur di avvicinarsi alla alla moglie (figlia del presidente Preziosi) dalla quale ha avuto una bambina. Ovviamente qualche perplessità rimarrebbe, Veloso infatti, nella sua prima esperienza rossoblù aveva mostrato i suoi limiti legati alla bassa velocità di gioco ma ma è giusto ricordare che aveva patito l’assenza di giocatori di corsa al suo fianco. Nella rosa di oggi questo problema verrebbe colmato da Rincon (oltre a Laxalt) permettendo così all’ex Sporting Lisbona di esprimere al meglio le proprie eccelse qualità tecniche.
E l’attacco? È il più grande rebus in questa fase di mercato. Pavoletti ha dichiarato più volte di trovarsi bene a Genova ma la società sembra intenzionata a cederlo di fronte a un’offerta ritenuta adeguata. Radiomercato parla di un forte interesse del Milan che sarebbe disposto a offrire Matri e Suso oltre a un conguaglio sul quale però è complicato trovare un accordo. Il Genoa valuta il suo bomber 18 milioni e 7 lo spagnolo mentre i rossoneri vorrebbero chiudere a 6 offrendo i due giocatori. La trattativa comunque non è nemmeno ancora iniziata perché prima il club di Via Turati vuole cedere Bacca e pensa anche ad alternative come Gabbiadini e Lasagna. Il grifone comunque non si ferma e pensa anche ad un altro ex: Mauricio Pinilla. Secondo Gianluca Di Marzio è previsto un incontro con l’Atalanta lunedì per avviare questa trattativa. Sul cileno, apprezzato da buona parte della tifoseria rossoblu, permangono comunque diversi dubbi a livello caratteriale e di continuità di prestazioni. L’ultima pista porta poi ad un nome esotico: Lucas Alario. Qui i dubbi sono di natura economica: che senso avrebbe spendere tutti i soldi eventualmente incassati per Pavoletti, una certezza, per una scommessa che ancora non ha dimostrato nulla? Forse è meglio non andare oltre…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.