Nel giorno di Brambilla, Quintana ipoteca la Vuelta

248

Tappa breve e spettacolare: Contador e Quintana attaccano subito, Froome soffre e cede oltre 2′. Vittoria di tappa a Brambilla, Vuelta (quasi) al colombiano

Mamma mia che tappa ! Soli 118 chilometri, ma un condensato di emozioni e spettacolo: Alberto Contador è un combattente e non può certo accontentarsi del 6° posto nella “sua” Vuelta e così va all’attacco subito dopo il via, portandosi dietro due compagni di squadra e, soprattutto, la maglia rossa Nairo Quintana e due dei suoi. Considerando che in tutto gli attaccanti sono 14 e tra questi Omar Fraile e Kenny Elissonde interessati alla classifica dei gpm, David de la Cruz per la classifica generale e Gianluca Brambilla che fortemente vuole una vittoria di tappa, diventa subito chiaro che tutti collaborano alla buona riuscita dell’iniziativa ed infatti il vantaggio subito sale e va ad attestarsi tra i due e tre minuti. Dietro resta un Chris Froome nettamente sorpreso e con soli due compagni a disposizione, il blocco Orica Green Edge di Esteban Chaves e Simon Yates, e tutti gli altri uomini di classifica. Tutta la tappa è un braccio di ferro tra questi due gruppi, ma nonostante gli sforzi degli inseguitori (tra i quali gli Astana di Michele Scarponi), la fuga imbocca la salita conclusiva con oltre due minuti di vantaggio e la frittata è fatta … A quel punto è un tutti contro tutti, saltano le tattiche ed i gregari si staccano dopo aver lavorato tanto, pian piano si staccano ad uno ad uno tutti i componenti la fuga sotto la spinta vigorosa di Quintana che coglie l’occasione della vita. Il solo a resistere è uno strepitoso Brambilla che ai -150 metri scatta e va a prendersi una voluta e meritata vittoria di tappa; però il colombiano non può certo essere triste, Froome perde 2’37” ed in classifica scivola a 3’37”, un margine che inizia ad essere piuttosto tranquillizzante in vista della cronometro del penultimo giorno.

16^ Tappa: Alcañiz – Peñíscola [km 156.4]

Dopo due giorni in alta montagna, con duri arrivi in salita, domani una tappa per far tirare un po’ il fiato ai big e mettere in palio un successo di tappa per gli uomini veloci che hanno tanto sofferto in questo weekend. La frazione è relativamente breve con partenza da Alcaniz, cittadine medioevale al confine tra Aragona e Comunità Valenciana, ed arrivo sulla Costa del Azahar, nella località turistica di Peniscola, situata a metà strada tra Terragona e Valencia. Il tracciato è divisibile nettamente in due parti, separate dall’Alto Castillo de Morella (3^ cat. 3.4 km al 5.2%) unico facile gpm di giornata: la prima di 90 km in lieve ma costante ascesa dai 400 metri slm agli 815, la seconda di 66 km in discesa un po’ più accentuata fino a Vinaros e poi completamente pianeggiante fino al traguardo. 

Vuelta 16

E’ l’ultima occasione prima di Madrid per vedere all’opera le ruote veloci visto che nella prima parte di tappa non si staccherà nessuno, mentre la seconda è particolarmente adatta all’inseguimento di eventuali fuggitivi. Credo che le formazioni che dispongono del velocista e non hanno ancora vinto proveranno a tenere cucita la corsa e presentarsi sul traguardo a ranghi pressoché compatti. E’ però vero che la Etixx quick Step che di tappe ne ha già vinte quattro (due con Meersman, una con de la Cruz ed una oggi con Brambilla) non si dannerà l’anima e lascerà che a lavorare siano le altre: dovrebbe quindi toccare alla Giant Alpecin di Nikias Arndt, alla Lotto Saudal di Tosh van der Sande, alla BMC di Jempy Drucker, alla Dimension Data di Kristian Sbaragli, alla Trek Segafredo di Fabio Felline o alla IAM Cycling che ha in Jens Van Genechten (vincitore della settima frazione) uno dei favoriti. Questi i principali favoriti, senza dimenticare lo stesso Gianni Meersman che portato in carrozza fino al finale potrebbe colpire per il personale tris, così come Magnus Cort Nielsen della Orica, altra formazione che può permettersi di restare alla finestra in attesa di eventi.


Tutte le informazioni sulla Vuelta a España 2016 sul sito ufficiale www.lavuelta.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.