Gobbi e Meggiorini i migliori: ma Chievo domato dalla viola

279

Gobbi e Meggiorini sono gli unici sopra la sufficienza, la difesa è “andata a cozze”. La squadra di Maran non riesce a ripetere la super prestazione di domenica scorsa e viene sconfitta da una Fiorentina non ancora troppo convincente.

Gobbi e Meggiorini, ovvero difesa e attacco. Il primo reparto sottoposto a una resistenza inefficace e il secondo latitante in zona goal. E’ mancato Inglese più che l’ex Bari, mentre il quartetto arretrato ad eccezione dell’esperto terzino, ha sofferto Kalinic e compagni.

In pochi avrebbero scommesso su un Chievo ancora arrembante a Firenze, su una squadra che avrebbe disputato un’altra partita di alto spessore come quella di domenica scorsa al Bentegodi contro l’Inter  e infatti i ragazzi gialloblù non hanno regalato il bis.

Questa sera al Franchi il caldo persistente ha reso il tutto più complicato per entrambe le compagini; le squadre si sono basate più che altro sul possesso palla, trovando difficilmente l’imbucata decisiva, difatti la partita si è sbloccata su calcio d’angolo con un colpo di testa di Sanchez che in mezzo ai gladiatori clivensi è riuscito ad avere la meglio.

Questa è stata sicuramente la nota più stonata della serata gialloblu. La difesa che contro l’Inter era parsa insuperabile e che si era dimostrata una vera e propria diga, ha fatto intravedere qualche lacuna di troppo, dimostrandosi poco attenta sui calci piazzati avversari, con un Cesar goffo e un Cacciatore per nulla propositivo.

Tutto sommato i tifosi si sarebbero aspettati sicuramente qualcosa di più dai propri beniamini che si son dimostrati fin da subito arrendevoli agli avversari, che pure non erano così irresistibili.

Strano è risultato anche l’atteggiamento di Maran, che nonostante la sua squadra fosse in svantaggio da metà primo tempo, ha effettuato la prima sostituzione soltanto alla mezz’ora della ripresa. Forse anticipando i tempi si sarebbe potuto mettere la Fiorentina, che non aveva potuto causa infortuni effettuare cambi tecnici, in difficoltà.

Comunque nessun allarmismo, siamo solo alla seconda giornata. Nelle prossime partite si cercherà di capire qual sia il vero Chievo, quello spettacolare ammirato al Bentegodi contro i nerazzurri o quello poco convincente visto nella città gigliata? Sarà il campo a parlare.

Intanto i tifosi sperano di rivedere la spensieratezza che ha sempre caratterizzato la squadra della Diga.

I MIGLIORI:

GOBBI: 6.5 – Il migliore tra i quattro dietro, si propone spesso in avanti arrivando anche con facilità al traversone.

MEGGIORINI: 6.5 – Non molla di un centimetro e aggredisce ogni pallone che capita nella sua zona. Peccato non entri quel pallone che Lezzerini è riuscito a tener fuori grazie ad una intervento miracoloso.

I PEGGIORI:

CESAR: 5.5 – Kalinic gli scappa con troppa semplicità e l’unico modo per fermarlo è il fallo.

INGLESE: 5 – Ancora imballato e non deciso sotto porta come dovrebbe essere una punta di Serie A. Diamogli tempo e soprattutto fiducia.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.