Halloween rossoblu

271
In casa Genoa halloween è arrivato in anticipo con una partita da film dell’orrore disputata contro l’Atalanta. Tra dolcetto e scherzetto l’ex Gasperini ha optato per la seconda possibilità dando una vera e propria lezione al suo allievo Juric, considerando anche il fatto che la rosa a disposizione del tecnico croato è certamente superiore a quella nerazzurra.
Il premio per la maschera più spaventosa va senza dubbio a Ntcham, lanciato a sorpresa (e inspiegabilmente) dal primo minuto, ha ancora una volta deluso le attese (in realtà ormai sempre più piccole) vagando per il campo come uno zombie e facendosi notare solo per uno stop sbagliato che ha di fatto dato il via all’azione del primo goal dell’Atalanta. Per il resto il grifone sembra essersi travestito da fantasma mimetizzandosi con il prato verde dell’Atleti Azzurri d’Italia, facendosi calpestare dai bergamaschi e impensierendoli solo in due circostanze (con Simeone e Burdisso). Per la prima volta in questa stagione il Genoa ha meritato veramente la sconfitta e lascia il campo senza recriminazioni: ogni giocatore ha disputato una partita al di sotto delle proprie possibilità.
Gli errori commessi da Juric nella preparazione di questa partita appaiono evidenti e l’assenza di un giocatore di fantasia nell’undici iniziale ha fatto il resto (perché Ninkovic non è partito titolare?). A parziale giustificazione va detto che Gasperini conosce perfettamente le caratteristiche dei giocatori rossoblu e ciò ha sicuramente facilitato i compiti dei bergamaschi, abili a pressare alti e a non lasciare mai partire la manovra rossoblu.
Non fasciamoci la testa comunque, il mister croato si è subito reso conto dei propri errori (come signorilmente ammesso nelle dichiarazioni post-gara) e sicuramente preparerà al meglio il match contro l’Udinese. D’altronde, state tranquilli, Halloween si verifica soltanto una volta all’anno.
Fonte foto: Calciomercato.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.