Higuain: che stecca! Una vera notte da incubo

390
udinese milan pagelle

Higuain stecca la partita contro la sua ex squadra. Tensione ed emozioni alle stelle han fatto letteralmente “sbroccare” il Pipita

Higuain non è certo il dito dietro a cui nascondersi, siamo chiari. La differenza tecnica messa in mostra ieri sera dalle due squadre era abbastanza evidente, peccato però perchè mi è rimasta come la  sensazione che i nostri, sì inferiori sotto alcuni punti, non abbiano dato il 100%. A mio giudizio inspiegabile il secondo giallo a Benatia, bene non dare il rigore a Romagnoli quando atterrato da Chiellini. Il contatto c’è stato, ma forse troppo leggero. Peccato comunque per il bonus a Benatia, una mano in area è giallo sacrosanto. Senza se e senza ma.

La Juve ci è superiore, certo, ma se noi sprechiamo anche le più ghiotte occasioni…

Pensare di metterla sullo stesso livello con la Signora, soprattutto in questo momento in cui siamo in piena emergenza “sanitaria”, beh, era da pazzi.

Motivo per cui, Gattuso, male non l’aveva preparata. 4-4-2 compatto con il solo Pipita avanzato affiancato da Castillejo. Centrocampo muscolare con Kessiè e Baka, quest’ultimo migliore in campo, e sulle fasce le solite preghiere per Abate e Rodriguez. Il primo non ha fatto poi tanto male, lo svizzero invece, beh, meglio dimenticarsi della sua prestazione. Il modo con cui litiga sempre con la palla e, soprattutto, si lascia mangiare in testa da Marione Mandzukic, è da principianti. Basta vedere nel corso della partita come, prima Romagnoli e poi Ignazio, su cross identici, anticipano il croato.

Quello che onestamente mi ha lasciato più perplesso è stato però il modo in cui Higuain espulso ha fallito la partita. Vederlo battere un rigore semi strozzato, ben parato tra l’altro dal portiere bianconero, col sangue agli occhi per tutta la partita e nervosissimo sempre, mi ha fatto cadere le braccia. Per non dire altro. Capisco che la sfida fosse sentitissima, ma Diavolo, non puoi reagire così con tutta l’esperienza che hai alle spalle! Bene le scuse e ora speriamo che non diventi uno strascico pesante questo rosso rimediato, siamo già in emergenza, rinunciare a uno come Higuain con la Lazio alle porte sarebbe veramente pesantissimo.

Il momento dell’ espulsione Higuain. Il Pipita ha letteralmente “sbroccato”

Quali rammarichi possiamo avere?

Per me, solo due. Il primo, macroscopico, è l’errore dal dischetto del Pipita. Il secondo è l’approccio al match. Troppo timoroso e quasi arrendevole. Se non attacchi mai e non pressi, come fai a mettere l’avversario in difficoltà, anche se si chiama Juve? Nella ripresa siamo entrati più coraggiosi e si è visto, abbiamo creato di più e sofferto meno il possesso palla. Magari qualche ripartenza, ma giocando più a viso aperto, in area avversaria, ci siamo arrivati! Io capisco ci siano differenze abissali e anni di differenza nella costruzione della squadra. Dobbiamo però vendere più cara la pelle, infortuni ed assenze comprese, va bene essere in riserva e rimaneggiati, ma il coraggio e l’orgoglio li pretendo da tutti. Seconde linee comprese.

Ora vediamo di assorbire l’urto, recuperare magari qualche elemento, mettere in panca Calhanoglu per un mese e vediamo che succede. Dobbiamo arrivare il più in alto possibile al mercato invernale, sperando in un’eventuale riparazione di mercato degna di tal nome.

Vediamo ora nel dettaglio come si sono comportati i nostri beniamini:

Donnarumma: 5,5 – Sembra sempre colto di sorpresa. Le palle nell’area piccola non sono mai sue. Gigio, guardati qualche video di Seba Rossi, lui sì che sapeva come uscire nella sua area. Devi uscire, saltare ed alzare la gamba ad altezza faccia avversaria, vediamo poi chi ti stacca davanti! TITUBANTE

Abate: 6 – Ignazio, tutti ti insultano. Intanto i danni arrivano sulla fascia opposta. Sarai limitato, non offendi e ti limiti al compitino. Almeno quello, però, lo porti spesso a casa. ORDINATO

Zapata: 6 – Come stopper puro è quasi ineguagliabile. In impostazione, è meglio il mio gatto. RUVIDO

Romagnoli: 6,5 – Al centro non passi. Peccato che il suo lavoro sia rovinato in fascia da un emerito inadeguato che si chiama Pinocchio. MURO

Rodriguez: 4,5 – Non ci siamo. Sempre più Pinocchio nei movimenti e sempre più Geppetto a livello di reattività. Le diagonali non sa manco dove stiano di casa e non chiedetegli di andare di testa. INADEGUATO

Kessiè: 6 – Regge l’urto nonostante sia totalmente acciaccato. Allaccia difesa e fase offensiva, ma non può assolutamente fare di più. TANK

Bakayoko: 6,5 – E chi se lo aspettava. In crescendo costante rispetto alle ultime uscite è il migliore dei suoi. Come vi dicevo un mese fa, aspettiamolo, alla fine lo riscatteremo sicuramente. IN EVOLUZIONE

Suso: 6 – Non riesce a fare la differenza, ma ne ha sempre 3 attorno. Si prodiga anche in difesa, è comunque un giocatore nuovo. ISOLATO

Calhanoglu: 4 – Incomincia ad essere sempre di più un elemento estraneo rispetto al resto della squadra. Involuto e insicuro, ora, merita la panchina. IRRICONOSCIBILE

Higuain: 3 – Ti perdono, ma ti devo prima punire. Pipa, ma che combini? Capisco il voler battere il rigore, ma non capisco la “sbroccata” dopo il giallo che ti ha fatto arrivare al rosso diretto. Ora frustati in silenzio, ci rivediamo dopo la squalifica. TSO

Castillejo: 5 – Prova con più ombre che luci. Ci mette come sempre l’anima e la grinta, ma contro certi avversari non bastano. LIMITATO

Borini: 5 – Non porta alcun aiuto alla causa. INUTILE

Cutrone: 5 – Mai  nel posto giusto, paga il nervosismo del momento in cui entra. EMARGINATO

Laxalt: 5 – Ingresso condito da tutto. Tira bene in porta e si propone, poi rovina tutto con un’azione scellerata in occasione del raddoppio bianconero. SCHIZZATO

Gattuso: 6 – Che devi fare Rino…ieri obbiettivamente era difficile trovarne 11 interi. Prova però ad avere più coraggio, non mi stancherò mai di dirtelo a fronte del fatto che sei tu a vedere i nostri ragazzi 20 ore al giorno. Io mi fido, mi raccomando! LEADER

 

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.