I dieci momenti da ricordare della storia degli Europei

246

Dieci schizzi d’Europa. Abbiamo intitolato così la rassegna di foto che, da qualche ora, sta prendendo forma sulla pagina facebook di DestroSecco. Momenti indimenticabili, pagine indelebili della storia degli Europei, al via domani con una nuova interessantissima edizione.

Quali sono stati i momenti più emozionanti? E quali i tornei, ormai passati, più scoppiettanti? Certamente ricordiamo la terribile beffa del 2000 con la Francia decisa da un golden gol di David Trezeguet, e pure quella del 2012 – un po’ meno traumatica per la verità – con la Spagna.

L’Italia, una sola volta vincitrice (nel lontano 1968), ha vissuto sempre emozioni forti in una competizione che ha visto negli anni scucchiaiare un irriverente Totti, parare Toldo, ma anche solcare di lacrime il volto quasi sempre imperturbabile di Pirlo.

Torres decise la finale del 2008, Van Basten quella del 1988 con una giocata dal coefficiente di coordinazione altissimo. Charisteas svettò in cielo nel 2004 pugnalando, di testa, il Portogallo.

Non sono mancante, nella storia degli Europei, affermazioni improvvise come quella della Danimarca nel 1992 e della Grecia nel 2004. Ricordiamo anche loro in questo viaggio nella storia che dieci schizzi di leggenda vuol riconsegnare all’attenzione a poche ore dall’inizio di Francia 2016.

Puoi consultare le istantanee migliori della storia del torneo seguendo la nostra pagina fan. CLICCA QUI, ti aspettiamo!

 

foto: Uefa.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.