Il Bari vince e convince, la lotta promozione continua

106

Impressioni (veloci) del giorno dopo. Sulla partita, effettivamente, ieri non c’era molto da scrivere. Tre punti, vittoria e prova convincente. Tanto basta per rimanere in scia alla Reggina. Ma non era scontato, visto che le ultime prove contro squadre non proprio irresistibili (più che altro per la posizione in classifica) avevano portato qualche sofferenza di troppo. La Virtus Francavilla ci aveva battuto all’andata, causando l’esonero di Giovanni Cornacchini ed evidenziandone gli scricchiolii della sua gestione tecnica. Nel frattempo ha sconfitto la stessa Reggina. Non proprio un impegno facile, dunque. Ma un girone dopo, la musica è decisamente cambiata, soprattutto nei risultati, con diciannove risultati utili consecutivi che lasciano ben poco spazio a certe tipologie di critiche. Una bella partita, che sicuramente è stata in discesa dopo il rigore realizzato di Antenucci, e che ha visto i nuovi innesti del mercato di gennaio subito protagonisti. Se ormai Maita può considerarsi una certezza, Matteo Ciofani mette in pratica esattamente quello che il suo compagno ha fatto qualche partita fa, ovvero un’ottima prova e un gol all’esordio, con tanto di ringraziamento verso la curva. A tutto ciò ci aggiungiamo un superbo Laribi, autore di una prova a tutto campo, e l’ingresso di Rocco Costantino, che con quel cognome tanto caro ai tifosi baresi di vecchia data non potrà che essere apprezzato, soprattutto se ci mette la grinta con cui si è buttato nella mischia. Pochi rimpianti, quindi, per qualche cessione “illustre” e il colpo ad effetto che alla fine non è giunto, non avevamo bisogno di quest’ultimo (Ninkovic o Tremolada che fosse) per essere una squadra forte. Lo siamo già, semmai ci fosse bisogno di sottolinearlo. Ora arriva un altro derby pugliese, quello con il Monopoli di Beppe Scienza, partita davvero molto difficile sulla carta, con il sodalizio bianco-verde distaccato di soli tre punti. Non è un caso se sono lì, quindi “urge” replicare la prova di ieri. Per continuare a sperare, e soprattutto a sognare. Sempre e solo Bari!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.