Il biscione nerazzurro: Sulle alte vette cantando “Pazza Inter Amala”

391

Chi dopo dieci partite, comprese le trasferte di Roma e Napoli ed un derby, avrebbe mai scommesso che ci saremmo trovati in seconda posizione e con ben ventisei punti?

Il biscione nerazzurro: Dopo lo stupendo pareggio di Napoli, un’altra vittoria è stata archiviata!

Ma quanta fatica!!! Sembrava una vittoria facile, facile, dominata in lungo e in largo per settantacinque minuti ed il 3 a 0, targato Skriniar e doppio Icardi, non poteva che esserne la logica conseguenza.

Invece nel finale, un nostro gravissimo calo di tensione permetteva ai mai domi doriani di andare a segno per ben due volte  Kownacki e Quagliarella che ci hanno fatto vivere gli ultimi minuti di terrore.

D’altronde se non ci auto provocassimo inutili patimenti, non saremmo la “Pazza Inter!!!”

Il biscione nerazzurro: Ma al netto dei patimenti finali, abbiamo giocato molto bene e con autorità!!!

La classifica parla chiaro, 8 vittorie e due pareggi, secondo posto a due punti dal Napoli, un punto sopra Juve e Lazio e cinque sopra la Roma che ha una partita in meno,  poi il vuoto.

Siamo in cinque a correre fortissimo, prima per i quattro posti Champions e poi per il Campionato e chi si ferma è perduto, sarà un campionato avvincente e i giochi, come ogni anno, si decideranno da Febbraio in poi, l’importante sarà essere lì nel mezzo.

Credo sempre più nello scudetto

Il biscione nerazzurro: Ci credevo dopo la meravigliosa vittoria all’Olimpico, a maggior ragione ci credo ora che dopo dieci gare siamo lì davanti ai bianconeri che, secondo me, rimangono i grandi favoriti.

Juve e Napoli sono più completi di noi, soprattutto come panchina, a tal proposito  non mi stancherò mai di chiedere alla dirigenza gli straordinari sul mercato di gennaio, ma noi abbiamo il non trascurabile vantaggio di essere esenti dalle Coppe.

Ma riusciremo a tenere botta fino a Febbraio?

Il biscione nerazzurro: Io sono convinto di si, fino ad ora i risultati ci stanno dando ragione, nonostante un calendario non facile, Spalletti è un grande allenatore e stimolare saprà gestire un gruppo giovane e già motivato dagli eccellenti risultati.

Icardi sta segnando gol a grappoli e la squadra lo supporta a meraviglia, potrebbe essere l’anno della sua consacrazione.

Torniamo al presente ed occupiamoci della partita di lunedì prossimo per chiudere al meglio un ottobre meraviglioso

Il biscione nerazzurro: L’undicesima di campionato ci vedrà impegnati nel posticipo al Bentegodi contro il Verona.

Sulla carta dovrebbe essere una partita facile, ma il difficile finale dell’ultima partita deve esserci di lezione, e ci deve essere servito per capire che dobbiamo essere umili e rispettare tutti gli avversari, rimanendo concentrati fino alla fine.

Il Verona non se la passa bene, ha solo 6 punti e divide il terz’ ultimo posto con Crotone e Genoa, ma proprio per questo sarà più che mai agguerrita e farà di tutto per muovere la classifica.

Noi invece abbiamo una doppia fortuna: il turno favorevole ed il vantaggio di giocare per ultimi, il Napoli dovrebbe avere vita facile in casa col Sassuolo, così anche la Roma in casa col Bologna e la Lazio a Benevento.

Lo stesso non può però dirsi per la Juve che se la deve vedere a San Siro contro il Milan, potrebbe essere l’occasione per prenderle qualche punto.

E noi?

Il biscione nerazzurro: Luciano dovrebbe schierare la seguente formazione:

Handanovic, D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Nagatomo, Vecino, Gagliardini, Candreva, Borja Valero, Perisic, Icardi.

Padelli, Berni, Cancelo, Santon, Ranocchia, Dalbert, Joao Mario, Brozovic, Karamoh, Eder e Pinamonti a disposizione.

Pecchia dovrebbe rispondere con un 4-4-2 così composto:

Nicolas, Romulo, Hertaux, Caracciolo, Souprayen, Verde, Zuculini, Bessa, Fares, Cerci, Pazzini.

In panchina Silvestri, Coppola, Felicioli, Laner, Bearzotti, Zaccagni, Stefanec, Kean, Tupta e Lee.

Vincere sarà fondamentale per consolidare la nostra posizione

Il biscione nerazzurro: continuare il trend positivo potrebbe spaventare i nostri avversari e far prendere maggior consapevolezza nelle nostre forze.

Continuiamo così e saliamo sempre più sulle più alte vette!

Nel frattempo mi godo il meritatissimo secondo posto in classifica, la media sempre fantastica di 2,6 punti a partita (proiezione finale di 98,8 punti) i soliti 10 punti di vantaggio sui cugini rossoneri e canto “Pazza Inter Amala”

 

Leggi anche Il biscione nerazzurro: La partita della vita

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.