Il delfino biancazzurro: disastro storico

212
Sebastiani, fautore della disastrosa stagione del Pescara
Sebastiani, fautore della disastrosa stagione del Pescara

Il Pescara va sempre peggio: tre punti sul campo in sette match per il delfino. Se non fosse per l’errore del Sassuolo e la vittoria a tavolino contro i neroverdi, a quest’ora gli abruzzesi sarebbero al penultimo posto, avanti solo al Crotone.
Il bilancio del ritorno in serie A è disastroso. Se si pensa che, dei tre pareggi sul campo, due sono avversari in nove, la pochezza degli uomini di Oddo balza agli occhi.

MAI COSI’ MALE DAL 1979

Peggio del Pescara di Oddo, in serie A, ha fatto solo la squadra di Angelillo, nella stagione 1979-80. L’ex attaccante dell’Inter fu sostituito alla quinta giornata da Gustavo Giagnoni. In quella stagione  i biancazzurri conquistarono dopo sette giornate appena due punti, uno in meno, sul campo, dell’attuale campionato.
Perfino quattro anni fa, con una squadra nettamente inferiore, gli abruzzesi fecero meglio: 7 punti grazie ai successi con Palermo e Cagliari e il pareggio con il Bologna.
Questa squadra ha due limiti: non tira in porta e subisce molto. In qusesto momento, la squadra è un autentico disastro.

ODDO REALISTA 

Oddo, al termine della gara, ha usato una frase significative: “Benvenuti nella realtà”, come a sottolineare che questo sarà un campionato di sofferenza. Al tecnico, però, contestiamo una cosa: questa squadra sta rendendo al di sotto delle aspettative. Le due partite in doppia superiorità numerica contro Torino e Genoa, sono tra le pagini sportive peggiori della storia biancazzurra. Due esempi di totale impotenza.

Di questo passo la stagione in corso rischia di essere di gran lunga peggiore di quella di quattro anni fa. Una squadra non può scendere in campo, fare un possesso palla estenuante e non tirare mai in porta. Nel calcio vince chi segna e per segnare bisogna tirare. Questa sosta servirà, ci auguriamo, per cambiare qualcosa. Alla ripresa i biancazzurri riceveranno la Sampdoria, squadra reduce da un punto in cinque match. Se non si vincerà, allora la squadra entrerà in una spirale da cui sarà difficile uscire.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.