Il marketing ai tempi di Ibra: l’annuncio non c’è, ma la gente sì

259

Ha vinto ovunque, segnato ovunque, stracciato record e incantato sul campo. Il suo portafoglio è almeno altrettanto sontuoso, da nababbo. Zlatan Ibrahimovic ha confermato di essere, forse, l’unico calciatore al mondo in grado di migliorarsi con la vecchiaia, e di poter gestire tranquillamente il suo successo con un carattere riconoscibile e spietato. L’ultima trovata di Ibra è arrivata oggi, quando in una diretta facebook, in cui tutti attendevano di conoscere il suo futuro, lui non ha chiarito un bel nulla, a parte il nome del suo nuovo brand di abbigliamento “A-Z Sportswear”.

Sì, una diretta facebook. Sulla propria pagina social Ibra ha rivoluzionato il modo di fare comunicazione. Ha creato un tormentone, Zlatan, dichiarandosi in queste settimane divertito ogni qual volta – praticamente sempre – i cronisti lo incalzavano di domande nel ritiro della sua Svezia, avversaria dell’Italia agli Europei. Lui stava al gioco, rideva, rilanciava, indiziava sul suo futuro, e procrastinava la rivelazione, che non è arrivata nemmeno oggi.

Quale sarà la squadra che il prossimo anno potrà contare sul talento di Ibra? Niente italiane, né continenti extra-europei, in molti pensano che sarà il Manchester United a vestire di red l’irriverente svedese, per la prima volta in Inghilterra. Ma l’ufficialità è, ancora una volta, saltata.

Tornando al clamoroso teatro scelto per comunicare, il pomeriggio di oggi è stato un divertente concentrato di like, pc accesi, fibre in ebollizione, commenti e tag, in tutto il mondo.

C’è di più. Chi ha la pagina di Ibra fra i suoi contatti (24 milioni di persone dalla stima pubblica associata al suo profilo) si è visto rimbalzare il suo faccione direttamente a casa o in ufficio, con una notifica chiara, da “Ibra è in diretta ora”, che ha dato la dimensione del caso, azionando in men che non si dica l’effetto boomerang.

Quello visto oggi è stato l’ennesimo colpo di maestro, impopolare ma brillante. Ibrahimovic ha raccolto tutti davanti ad un calcio di rigore, ma non l’ha tirato. Inevitabile pensare ad una mossa di marketing. In fondo l’appuntamento di presentazione della sua ultima creatura commerciale ha ottenuto un seguito maggiore di quello che avrebbe avuto in qualsiasi altro modo. Ora tutti sappiamo di “A-Z Sportswear”, nulla invece della sua prossima avventura calcistica. L’ultima furbata di Ibra.

 

Foto: joe.co.uk

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.