Il Pagellone Rossonero: zero punte disponibili, quattro gol

600
derby

Zero punte e quindi niente gol? Niente di più sbagliato, contro il Sassuolo, a livello offensivo, si è forse visto il miglior Milan della stagione. Almeno in attacco

Quattro gol e tre punti portati a casa. Non fosse stato per quella traversa iniziale di Suso, forse, la goleada sarebbe stata anche maggiore. Buonissima la prova di Abate, esperienza al servizio del gruppo e interventi precisissimi in extremis ne hanno consacrato la prestazione. Suso superlativo e che sopresa Castillejo. Difesa così così, ma si migliora.

Siamo arrivati al Mapei Stadium nell’ansia generale. I punti scarseggiavano nonostante prestazioni di buon livello. Il problema era non riuscire a chiudere le partite. Un tassello alla volta e si inizia ad intravedere quella che deve essere la linea guida di questa squadra: concentrazione per novanta minuti, poi si può vincere o perdere, ma almeno non regaliamo le partite!

Suso predica calcio, Kessiè ara tutto il campo e che sorpresa Castillejo! I gol son serviti

Suso festeggiato da tutti dopo lo splendido gol

Quattro gol rendono sempre i tifosi felici. Suso in stato di grazia e Kessiè onnipresente, han reso le cose molto più facili del previsto. Nonostante l’assenza totale di un centravanti di ruolo, Castillejo è un esterno adattato, per quel che riguarda le manovre offensive, possiamo ritenerci soddisfatti. E’ in difesa che si balla ancora, ma il rientro di Caldara metterà il giusto lubrificante in quelli che sono gli ingranaggi e anche il possibile esordio di Conti darà aria fresca e alternative di livello alla fascia destra.

Chi mi ha però impressionato maggiormente son stati Suso e Kessiè. Entrambi sempre lucidi, pronti a passare il pallone più del solito e dannatamente concreti quando c’era da rendersi pericolosi o liberarsi velocemente della sfera. Riuscissero a mantenere questi standard durante ogni match, beh, le cose si farebbero più semplici e di conseguenza anche i punti sarebbero sempre di più di giornata in giornata. La strada è quella giusta, gli acciaccati a breve torneranno disponibili e avremo meno patemi nel preparare ed affrontare queste partite.

Quello su cui nutrivo dubbi, non tanto come calciatore, ma sul ruolo di utilizzo per forza di causa  maggiore era Castillejo. Per fortuna i fatti mi hanno smentito. Anzi, vi dirò di più, mi sta piacendo più di Calhanoglu. Sia per impegno che per risultati. Il turco non ha ancora ingranato quest’anno e, se lo spagnolo dovesse continuare su questa strada, tempo un paio di partite, lo vedremo raggiungere il traguardo di essere titolare. Non possiamo aspettare oltre certi giocatori, siamo il Milan e quest’anno abbiamo fretta.

Ora ci toccherà l’impegno europeo contro l’Olympiacos e poi il Chievo. Due vittorie prima della sosta e soprattutto prima del Derby!

Vediamo invece nel dettaglio come si sono comportati i nostri beniamini:

Donnarumma: 6,5 – Sempre posizionato bene, incolpevole sul gol. In crescita nelle ultime partite. La strada è quella giusta. SICURO

Abate: 7,5 – Beh ragazzi, commovente. Fisicamente è zeppo di acciacchi e l’età per un esterno si fa sentire. Partita monumentale per Ignazio. Annulla Di Francesco e Rogerio. Intervento alla ” Baresi ” per fermare il DiFra. STOICO

Musacchio: 5,5 – Parte sempre bene per poi perdersi. Parte delle sue amnesie portano grossi pericoli, urge Caldara. INDECISO

Romagnoli: 6,5 – Meglio del compagno. Brilla meno quest’anno, ma deve coprire i danni del compagno. LEADER

Rodriguez: 6 – Spinge poco, va bene. Dietro però copre sempre a dovere. SICUREZZA 

Kessiè: 7,5 – Difende, smista e attacca. Poi fa anche gol. In crescita rispetto alle ultime uscite ha forse trovato la quadra. TANK

Biglia: 6 – Il lato oscuro della forza. Pulisce palloni e li recupera. Cala a lungo andare e si fa ammonire. DARTH VADER

Bonaventura: 5,5 – Primo tempo horror. Rischia l’assist a Boateng, poi lo fa per Suso. Partita no Jack. Troppo altalenante. INTERMITTENTE

Castillejo: 6,5 – Che sorpresa ragazzi. Anche da punta se la cava bene. Corre e si danna l’anima. Tecnicamente c’è. Pregevole il sinistro con cui la mette in rete. JOLLY

Suso: 8 – Fa quello che vuole. Riuscisse a mantenere sempre la spina attaccata, sarebbe inarrestabile. Noi ci accontentiamo anche di una via di mezzo eh. FENOMENO

Calhanoglu: 6 – Leggermente meglio delle scorse partite. Speriamo abbia iniziato il risveglio, altrimenti Castillejo è pronto! REDIVIVO

Cutrone: 6 – Buon impatto, fa salire la squadra e prova a guadagnare secondi preziosi. FUTURO

Laxalt: 6 – Entra e non sfigura mai. Ha sempre il passo giusto e contribuisce col giusto apporto. STANTUFFO

Gattuso: 7 – Alchimia giusta e formazione perfetta. Emergenza, ma lui non se ne accorge e rifila quattro pere al Sassuolo. MISTER

 

 

 

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.