Il Pisa alza la coppa (e Gattuso brucia lo striscione…)

276

Serata di festa quella vissuta ieri dagli oltre diecimila pisani che hanno affollato l’Arèna Garibaldi in occasione della cerimonia di premiazione e consegna della Coppa vinta dal Pisa di Gattuso nella finale dei Play Off contro il Foggia. Coppa che significa promozione in Serie B.
Per l’occasione la società nerazzurra ha organizzato una festa davanti ai suoi sostenitori.
Lo speaker dell’Arèna ha chiamato a sé ogni singolo componente della rosa che si è presentato con maglietta commemorativa “don’t warry B happy” rievocando l’agognata “B” e il motivo che dopo ogni vittoria la squadra ha scandito sotto la Curva Nord durante la stagione.

Bandiere, striscioni, fiaccole e sciarpe hanno colorato i settori dello stadio come durante una gara e non sono mancati cori dedicati al Mister Gattuso. Lo stesso allenatore, sotto la curva ha dato luogo ad un simpatico siparietto, bruciando uno striscione che diceva “mai una gioia” e che aveva promesso di bruciare pubblicamente se avesse centrato la promozione.

Alla cerimonia non ha preso parte il presidente del Pisa Petroni, in aperto contrasto con Gattuso e il direttore Lucchesi. Assente anche il Presidente di Lega Gravina.

Gattuso ha colto l’occasione dichiarando pubblicamente la sua volontà di restare sulla panchina del Pisa anche la prossima stagione, ma di non poter convivere con l’attuale Presidente.

Al termine della cerimonia la squadra è salita sul pullman scoperto per sfilare sui lungarni della città davanti ai propri tifosi.

Antonio Cassisa

Foto : Gabriele Masotti per Pisachannel

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.